Balotelli al Liverpool: tutti i retroscena
Balotelli al Liverpool: tutti i retroscena
Sport

Balotelli al Liverpool: tutti i retroscena

Mossa per mossa, le tappe di un'operazione che conferma Mino Raiola come il vero mago del mercato, capace di far felici tutte le parti in causa

Tutto confermato, cifre comprese: Mario Balotelli è il nuovo bomber del Liverpool. Mino Raiola, come vi abbiamo svelato ieri in anteprima (clicca qui ), ha lavorato a fari spenti nelle ultime tre settimane per chiudere l'accordo.

I primi contatti telefonici fra l'agente di SuperMario e il manager dei Reds, Brendan Rodgers, risalgono all'ultima settimana di luglio. Ovvero dopo il dietrofront di Arsene Wenger e dell'Arsenal. Raiola, infatti, durante il Mondiale aveva chiuso l'intesa con i Gunners, che poi hanno preferito virare su Alexis Sanchez. Un imprevisto che non ha però colto di sorpresa il procuratore, già pronto a battere inmediatamente un'altra pista, dal momento che il Milan aveva infatti fatto intendere apertamente a Balo e al suo entourage di voler fare cassa tramite la sua cessione.

Il 2 agosto Raiola ha quindi incontrato i vertici del Liverpool, gettando le basi per il trasferimento del centravanti classe '90 nel Merseyside. Dopo ferragosto la trattativa ha subìto una netta accelerata fino alla conclusione di oggi: il Milan incasserà dalla partenza del suo (ex) numero quarantacinque 20 milioni di euro: il che permetterà ai rossoneri di iscrivere pure una piccola plusvalenza a bilancio, dato che Balotelli al 31/12/2013 gravava sulle casse milaniste per 18,2 milioni, ricalcolabili in 15,6 milioni al 30 giugno scorso per effetto dell'ammortamento semestrale. Operazione griffata in prima persona da Raiola, che ha dapprima individuato e poi orchestrato una mossa di mercato che rendesse tutti soddisfatti.

Felice il club di via Aldo Rossi, che ottiene un "tesoretto" dalla vendita di un calciatore sul quale non era più convinto di puntare; soddisfatto il club inglese, che ingaggia uno dei più importanti attaccanti del panorama mondiale a prezzo di saldo: nell'estate degli 80 milioni cadauno per Suarez e James Rodriguez, pagare appena un quarto un elemento ancora giovane e del calbro di Balotelli rappresenta infatti un grande colpo. E contento è infine anche il giocatore, che vede lievitare i propri emolumenti da 4,5 a 6 milioni netti a stagione, con il "bonus" a livello di immagine di potersi mettere in mostra in Champions League.

Per la successione di Baloitelli in rossonero l'identikit tracciato ha i seguenti indizi: colombiano, assistito da Jorge Mendes, possibile aiuto del fondo Doyan per il pagamento degli emolumenti. Alludiamo, inevitabilmente, a Radamel Falcao (Monaco) o a Jackson Martinez (Porto), entrambi desiderosi di cambiare maglia a breve. Il diesse milanista Rocco Maiorino, è stato all'estero in questi giorni per impostare il possibile craque last-minute, ma il vincitore assoluto del mercato estivo 2014, a dieci giorni dalla conclusione ufficiale, è ancora una volta Mino Raiola, capace di ideare botti assoluti di mercato e arricchire (oltre ai suoi) i conti in banca dei propri assistiti, garantendo al tempo stesso pregevoli affari a tutte le squadre coinvolte nelle contrattazioni.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti