egonu
Altri sport

Volley: l'Italia femminile a Tokyo per vincere i Giochi di Rio 2016

Azzurre impegnate dal 14 al 22 maggio nell'ultimo torneo utile per strappare un pass per le Olimpiadi: tutto quello che c'è da sapere

Quattro asiatiche, due americane e un'europea: sono le avversarie della Nazionale italiana di volley femminile in procinto di giocarsi la qualificazione a Rio 2016 a Tokyo, dal 14 al 22 maggio. L'ultimo torneo pre-olimpico, che si svolgerà con la formula del round robin (tutti contro tutti), darà un pass per le Olimpiadi alle prime tre in classifica, oltre che alla prima asiatica: competizione altissima, quindi, ma anche diverse chances per le azzurre di non mancare l'appuntamento con i Giochi. Sulla carta l'Italia non dovrebbe infatti avere difficoltà a piazzarsi nei primi tre posti, ma non sono consentiti errori o distrazioni. 

Il ct Marco Bonitta ha fatto le sue scelte e quella che sta facendo discutere è l'esclusione per motivi tecnici dalle 14 di Valentina Diouf (opposto, 202 cm), considerata oggi una delle più forti giocatrici al mondo dopo essere esplosa ai Mondiali 2014 disputati proprio in Italia.
Al suo posto Bonitta ha preferito Serena Ortolani (di rientro in maglia azzurra dopo un lungo periodo di assenza) insieme all'eterna Nadia Centoni, protagonista nel campionato turco con il Galatasaray.

Confermata invece la "veterana" Francesca Piccinini (a quattro partite dalle 500 presenze in azzurro), non convocata Leo Lo Bianco, con la regia che viene affidata alla 17enne Alessia Orro, affiancata dall'altra "baby" Ofelia Malinov. Come nel pre-olimpico di Ankara, anche in Giappone Marco Bonitta si affida così alla "linea verde", di cui fa parte anche Paola Egonu, la fortissima schiacciatrice del Club Italia. Questo l'elenco completo delle convocate: alzatrici, Ofelia Malinov e Alessia Orro; opposti, Nadia Centoni e Serena Ortolani; centrali, Cristina Chirichella, Anna Danesi e Martina Guiggi; schiacciatrici, Antonella Del Core, Paola Egonu, Alessia Gennari, Francesca Piccinini e Miriam Sylla; liberi, Monica De Gennaro e Immacolata Sirressi. 

L'esordio a Tokyo non sarà dei più agevoli: le azzurre si troveranno infatti contro la Corea del Sud guidata da Yeon-Koung Kim, una delle giocatrici dal più alto ingaggio al mondo e stella del Fenerbahce. Di seguito, ecco il calendario completo con gli impegni delle azzurre indicati all'orario italiano:

14 maggio: Corea del Sud-Italia (ore 03.00); Thailandia-Dominicana; Kazakhistan-Olanda; Giappone-Perù.
15 maggio: Italia-Thailandia (ore 03.00); Perù-Dominicana; Olanda-Corea del Sud; Giappone-Kazakhistan.
17 maggio: Kazakhistan-Perù; Dominicana-Italia (ore 05.45); Thailandia-Olanda; Corea del Sud-Giappone.
18 maggio: Perù-Italia (ore 03.00); Kazakhistan-Corea del Sud; Olanda-Dominicana; Giappone-Thailandia.
20 maggio: Thailandia-Kazakhistan; Corea del Sud-Perù; Italia-Olanda (ore 08.30); Giappone-Dominicana.
21 maggio: Corea del Sud-Thailandia; Kazakhistan- Rep. Dominicana; Perù-Olanda; Italia-Giappone (ore 12.10).
22 maggio: Rep. Dominicana - Corea del Sud; Thailandia - Perù; Italia-Kazakhistan (ore 8.30); Olanda - Giappone.

Tutte le gare della nostra Nazionale saranno trasmesse in diretta da RaiSport.

© Riproduzione Riservata

Commenti