Tour de France: Orica superstar o superflop?

Nella crono a squadre di Nizza, quarta prova del giro, la squadra di Simon Gerrans brucia il primato del 2005 con un media che sfiora i 58km/h. E ripartono i sospetti

Il team Orica al Tour de France 2013 (Credits: Doug Pensinger/Getty Images)

Dario Pelizzari

-

Nello sport, come nel quotidiano, sono i numeri a fare la differenza. Ma se in quasi tutte le discipline di squadra il raggiungimento di traguardi da primato è ragione di festa e di sorrisi, nel ciclismo, be’, è storia da allarme rosso. Perché sulla due ruote il doping l’ha fatta da padrone per anni e ancora miete vittime illustri. Il caso Armstrong, ciclista fenomeno che fenomeno non era per via di un talento straordinario nel contare balle e assumere sostanza illecite come se piovesse pur di vincere e stravincere, è soltanto l’ultimo strillo di uno sport che fa fatica a reinventarsi. Dal Giro di Francia al Tour de France. Il ciclismo si fa sospettoso e punta il dito sulle prestazioni fuori dall’ordinario, perché non si sa mai, il doping può metterci lo zampino.

Ieri nella cronometro a squadre della Grande Boucle, quarta tappa con partenza e arrivo a Nizza, la Orica-Green Edge ha coperto i 25 chilometri del percorso in 25’56”28, alla media stratosferica di 57,841 km/h. Meglio di quanto era riuscita a fare la Garmin nel 2011 (23 km, media 55,645 km/h), meglio di quanto aveva fatto nel 2005 la Discovery (67,5 km, media 57,320). Si dirà, niente di strano. Passa il tempo e migliorano i materiali, così come pure le capacità degli atleti di sostenere ritmi da applausi. E poi, ci sono altre variabili da considerare, come l’incidenza del vento e la distanza percorsa. Va da sé che girare a 57 di media per 67 chilometri sia più difficile che correre alla stessa velocità per un terzo o poco più della distanza. Tutto vero, epperò la sostanza non cambia. Perché il day after dell’impresa Orica è un vespaio di polemiche che non ha precedenti.

I precedenti al Toru de France ed al Giro d'Italia

- Giro 2002 - Once, 24,6 km a 56,015 km/h

- Giro 2006 - Team CSC, 35 km a 56,860 km/h

- Giro 2011 - Team Htc, 19,3 km a 55,187 km/h

- Tour 2011 - Garmin, 23 km a 55,645 km/h

- Tour 2005 - Discovery, 67,5 km a 57,320 km/h

- Tour 2013, Orica, km 25 a 57,841 km/h

© Riproduzione Riservata

Commenti