Redazione

-

Le foto più belle e le cronache quotidiane degli Australian Open 2017, la prima prova stagionale del Grande Slam, in corso a Melbourne, in Australia, da lunedì 16 a sabato 29 gennaio, sui campi in cemento del Melbourne Park.

29 gennaio 2017 - GIORNO 14
Ha trionfato Roger Federer nella sfida tra i due campioni del tennis mondiale che tutti gli appassionati sognavano, sconfiggendo l'avversario Rafael Nadal al quinto set, dopo 3 ore e 38 minuti di gioco, con punteggio 6-4, 3-6, 6-1, 3-6, 6-3. Cinque anni dopo l'ultimo trionfo in uno Slam - nel 2012 a Wimbledon - per il tennista svizzero, 36 anni il prossimo agosto, sono stati decisivi i due break finali, in cui ha recuperato da 1-3 a 6-3.

Ha ottenuto così il 18esimo titolo Slam della carriera, dopo aver perso sei delle otto precedenti finali Slam contro il 30enne spagnolo. Ora il bilancio complessivo dei loro 35 incontri dice 12 Federer e 23 Nadal. 

28 gennaio 2017 - GIORNO 13
Serena Williams ha vinto gli Australian Open sconfiggendo la sorella Venus Williams, con il punteggio di 6-4 6-4. Per la 35enne si tratta del 23esimo titolo Slam in carriera, numero che le consente di superare la campionessa tedesca Steffi Graf e di puntare al record assoluto di 24, detenuto dall'australiana Margaret Smith Court. Lunedì prossimo, inoltre, la stella statunitense si riprenderà il primo posto nel ranking Wta, che le era stato strappato per meno di cinque mesi da Angelique Kerber: la tedesca l'aveva battuta in finale proprio a Melbourne un anno fa; Serena si era riscattata in estate superandola a Wimbledon, sempre in finale.

Per quanto riguarda l'epopea delle sorelle Williams, iniziata nel '98 ancora agli Open d'Australia, il bilancio complessivo delle loro sfide si aggiorna sul 17-11 per Serena. Di questi 28 match, 9 sono state finali Slam: 4 a Wimbledon (3-1 per Serena), 2 Us Open (1-1), 2 Australian Open (2-0 per Serena) e 1 Roland Garros (1-0 per Serena). L'ultimo loro incontro in assoluto, invece, risaliva ai quarti degli Us Open 2015: vittoria ancora di Serena in 3 set.

27 gennaio 2017 - GIORNO 12
Sarà Rafael Nadal ad affrontare lo svizzero Roger Federer nella finale di singolo maschile agli Australian Open. Nella semifinale lo spagnolo ha battuto il bulgaro Grigor Dimitrov al quinto set, con il punteggio di  6-3, 5-7, 7-6, 6-7, 6-4 dopo una sfida durata quasi cinque ore. 

Incoronate oggi vincitrici nel torneo di doppio femminile le tenniste Bethanie Mattek-Sands (USA) e Lucie Safarova (Repubblica Ceca), vincenti nella finale di oggi contro Andrea Hlavackova (Repubblica Ceca) e Peng Shuai (Cina), con 6-7, 6-3, 6-3. La coppia conquista così la sua quarta vittoria nel doppio femminile di uno Slam.

26 gennaio 2017 - GIORNO 11
Serena contro Venus: a Melbourne le sorelle Williams riportano all'attualità il passato, per l'esattezza di 14 anni fa, quando si sfidarono nella finale degli Australian Open (vinse Serena) e come rifaranno sabato. Nella semifinale di oggi, la 36enne Venus ha infatti sconfitto la connazionale statunitense Coco Vandeweghe, di 11 anni più giovane, per 6-7, 6-2, 6-3 dopo due ore e mezza di gioco; mentre la 35enne Serena ha prevalso senza problemi sulla quasi coetanea croata Mirjan Lucic-Baroni per 6-2, 6-1 in appena 50 minuti. Per Venus è la finale Slam numero 15: 7 i titoli in bacheca. Serena è alla 29esima e ne ha perse appena 6. Mentre il bilancio totale delle sfide fra le sorelle è di 16-11 per Serena.

Roger Federer è il primo finalista: il 35enne svizzero, testa di serie n° 17,  ha battuto in semifinale il connazionale Stan Wawrinka, n° 4 del Mondo, un cinque set con il punteggio di 7-5, 6-3, 1-6, 4-6, 6-3 in 3 ore e 8 minuti di gioco. Federer torna così in una finale del Grande Slam dopo oltre un anno (l'ultima fu agli Us Open del 2015) e a Melbourne, dove ha vinto quattro volte, dopo 7 anni. Nel 2010 battè infatti l'attuale n° 1 del ranking mondiale, lo scozzese Andy Murray.

25 gennaio 2017 - GIORNO 10
Serena Williams ha raggiunto la sorella Venus, qualificandosi a sua volta per le semifinali degli Australian Open. La ex numero uno del mondo ha battuto nella notte italiana la britannica Johanna Konta con il punteggio di 6-2 6-3. Semifinale anche per un'altra non giovanissima, la croata 34enne Mirjana Lucic-Baroni, n° 79 del mondo, che ha battuto ai quarti Karolina Pliskova, 25enne ceca, numero 5 del ranking, e fino a oggi tra le favorite per la vittoria finale. La croata ha dovuto faticare per battere la rivale e alla fine è riuscita nell'intento, con il punteggio di 6-4 3-6 6-4. Domani le semifinali metteranno di fronte la Venus Williams e Coco Vandeweghe, e Serena Williams contro Lucic-Baroni. 

Il tennista bulgaro Grigor Dimitrov è il terzo semifinalista, dopo aver battuto ai quarti di finale, nella notte italiana, il belga David Goffin con il punteggio di 6-3 6-2 6-4. Per il 25enne, n° 15 del ranking mondiale, è la prima semifinale al torneo di Melbourne.  Quarto e ultimo semifinalista è invece Rafael Nadal: il tennista spagnolo, ex numero 1 del Mondo e n° 9 del tabellone, ha battuto nei quarti di finale il canadese Milos Raonic, numero 3 del seeding, in tre set con il punteggio di 6-4, 7-6 (7), 6-4 in 2 ore e 46 minuti di gioco. 

24 gennaio 2017 - GIORNO 9
Le statunitensi Venus Williams e CoCo Vandeweghe sono le prime due semifinaliste: si affronteranno in un "derby" a stelle e strisce giovedì 26 gennaio. Nei quarti, la 36enne Venus ha superato per 6-4, 7-6 la russa Anastasia Pavlyuchenkova, mentre la 25enne californiana ha battuto la spagnola Garbine Muguruza per 6-4, 6-0. La Williams, alla 73esima partecipazione a un Major, nonché la più anziana in tabellone, è alla terza semifinale a Melbourne, la 22esimaa nei tornei dello Slam, in cui vanta 7 titoli. La Vandeweghe, che aveva già eliminato avversarie del calibro di Roberta Vinci, Eugenie Bouchard e Angelique Kerber, è alla prima semifinale Slam in carriera. 

"Derby" anche nelle semifinali maschili, con la sfida fra gli svizzeri Roger Federer e Stanislas Wawrinka, in campo giovedì. L'ex numero uno ha sconfitto il tedesco Mischa Zverev, n° 50, per 6-1, 7-5, 6-2; Wawrinka, n. 4, ha prevalso sul francese Jo-Wilfried Tsonga, n. 12, per 7-6, 6-4, 6-3. Sarà il 22esimo confronto fra i due campioni elvetici, con Federer avanti 18-3.

23 gennaio 2017 - GIORNO 8
Con un successo per 7-5 6-4 ai danni della ceca Barbora Strycova, Serena Williams si è qualificata per i quarti di finale. La statunitense, che punta a tornare n° 1 del mondo dopo l'eliminazione della tedesca Angelique Kerber, incontrerà ora la britannica Johanna Konta - n° 9 del tabellone - che si è sbarazzata per 6-1 6-4 della russa Elena Makarova. Avanza anche la croata Mirjana Lucic-Baroni - che torna nei quarti di finale di uno Slam dopo 18 anni - vincitrice sulla statunitense Jennifer Brady per 6-4 6-2. Approda ai quarti anche la ceca Karolina Pliskova, quinta favorita del tabellone, che ha eliminato con un doppio 6-3 l'australiana (nata in Russia) Daria Gavrilova

Il canadese Milos Raonic è nei quarti di finale: la testa di serie n° 3 del tabellone ha superato per 7-6 (8-6) 3-6 6-4 6-1 lo spagnolo Roberto Bautista Agut - n° 13 del seeding. Avanzano anche il belga David Goffin (5-7 7-6 6-2 6-2 all'austriaco Dominic Thiem) e il bulgaro Grigor Dimitrov (2-6 7-6 6-2 6-1 all'uzbeko Denis Istomin, "giustiziere" al secondo turno di Novak Djokovic). Rafael Nadal è l'ultimo giocatore a qualificarsi per i quarti di finale. Il mancino spagnolo, testa di serie n° 9, ha sconfitto negli ottavi il francese Gael Monfils (n°6) in quattro set con il punteggio di 6-3 6-3 4-6 6-4. Suo prossimo avversario sarà il canadese Milos Raonic, n° 3 del tabellone.

22 gennaio 2017 - GIORNO 7
Gli Australian Open registrano un'altra eliminazione più che eccellente, quella del numero uno del tennis mondiale, lo scozzese Andy Murray, 5 volte finalista a Melbourne, fatto fuori in quattro set e oltre tre ore e mezza di gioco dal russo-tedesco Misha Zverev, n° 50 del mondo. Al secondo turno era saltata la testa di Novak Djokovic, a lungo re della racchetta, poi spodestato appunto da Murray in vetta al ranking. Entrambi puntavano a rinnovare il duello ai vertici del tennis mondiale, cominciando proprio dal torneo di Melbourne. Invece entrambi tornano a casa.

Andreas Seppi è stato fermato agli ottavi di finale dal 31enne svizzero Stanislaw Wawrinka, numero 4 del mondo, che l'ha battuto 7-6 (2) 7-6 (4) 7-6 (4) dopo due ore e 44 minuti di gioco. L'italiano ha giocato un bel match, ha lottato, ha messo in pratica il disegno tattico della vigilia: prolungare il più possibile gli scambi. Ma è stato impossibile arginare il rovescio terribile dello svizzero che qui ha vinto nel 2015. Per il 32enne azzurro resta la soddisfazione di essere arrivato alla 12ma partecipazione agli Australian Open, centrando per la terza volta gli ottavi di finale.

Torna a casa anche un'altra numero 1, la tedesca Angelique Kerber, regina della racchetta, che oggi ha sbattuto contro il muro dell'americana Coco VandeWeghe, numero 35 del mondo, vincente in un'ora e 8 minuti 6-2 6-3. La tedesca dai tempi dal trionfo agli Us Open del 2016 (con conseguente conquista del trono mondiale) non ha più vinto un torneo e ha giocato una sola finale, alle Wta Finals di Singapore lo scorso ottobre (battuta dalla Cibulkova). Sorridono, invece, la spagnola Garbine Muguruza, l'americana Venus Williams e la russa Anastasia Pavlyuchenkova promosse ai quarti. Un po' a sorpresa, quest'ultima si è aggiudicata il derby russo contro Svetlana Kuznetsova.

21 gennaio 2017 - GIORNO 6
Convincente successo di Johanna Konta nel terzo turno degli Australian Open. La britannica ha eliminato agevolmente l'ex numero 1 del ranking, la danese Caroline Wozniacki, sconfitta in due set (6-3, 6-1). Nel quarto turno affronterà da favorita la russa Ekaterina Makarova, a sua volta vincitrice - non senza sforzo - della sfida contro la slovacca Dominika Cibulkova, durata quasi tre ore e conclusasi con il risultato di 6-2, 6-7 (3), 6-3. Sarà un remake dell'incontro giocato nella scorsa edizione, sempre al quarto turno. Un anno fa prevalse Konta, che divenne la prima britannica nei quarti a Melbourne dal 1983. 

Prosegue spedito il cammino di Serena Williams: nel terzo turno la vincitrice di 22 titoli del Grande Slam (compresi i sei conquistati proprio a Melbourne) ha eliminato l'altra statunitense Nicole Gibbs in due set (6-1, 6-3) e 63 minuti di gioco. Unico inciampo quando ha inaspettatamente perso il servizio nel penultimo game, mentre serviva per il match. Maggior resistenza avevano opposto le prime due avversarie - Belinda Bencic e Lucie Safarova - alle quali comunque non ha lasciato nemmeno un set. Prossima avversaria della Williams sarà Barbora Strycova, che ha eliminato Caroline Garcia con il punteggio di 6-2, 7-5. 

20 gennaio 2017 - GIORNO 5
L'azzurro Andreas Seppi si è qualificato per gli ottavi di finale, battendo in quattro set il belga Steve Darcis, col punteggio di 4-6 6-4 7-6 (1) 7-6 (2), dopo una partita maratona durata ben tre ore e sette minuti. Seppi, 32enne altoatesino, alla dodicesima partecipazione agli Australian Open, ha centrato per la terza volta gli ottavi: nel 2013 si arrese al francese Chardy, nel 2015 all'australiano Kyrgios, con il quale si è preso una sonora rivincita due giorni fa.

Karin Knapp e Mandy Minnella sono state eliminate al secondo turno del tabellone del doppio: la coppia italo-lussemburghese ha ceduto per 6-3 6-2 a quella composta dalla ceca Andrea Hlavackova e dalla cinese Shuai Peng, dodicesime teste di serie. 

19 gennaio 2017 - GIORNO 4
La tennista azzurra Sara Errani si è ritirata: la sfortunata atleta è stata infatti costretta al ritiro al secondo turno degli Australian Open dopo un'ora e sette minuti. La 29enne romagnola aveva perso 6-2 il primo set ed era 3-3 nel secondo contro Ekaterina Makarova, 28 anni, numero 34 Wta e 30 del tabellone, quando si è dovuta fermare per un problema muscolare alla gamba destra che già l'aveva condizionata nel turno precedente contro la giapponese Ozaki. 

Prima testa eccellente a cadere è quella del campione in carica e numero due del mondo Novak Djokovic, battuto a sorpresa dal uzbeko Denis Istomin, con il punteggio di 7-6 (8), 5-7, 2-6, 7-6 (5), 6-4. Il 30enne tennista semisconosciuto che ha eliminato Djokovic è arrivato agli Australian Open grazie a una wild card, e alla fine dell'anno scorso occupava la 105ma posizione nel ranking mondiale.

La gara termina anche per Fabio Fognini, sconfitto al secondo turno dal francese Benoit Paire, numero 46 del ranking mondiale, in cinque set.

La 34 enne statuitense Serena Williams ha invece passato agevolmente il turno, sbarazzandosi con un perentorio 6-3 6-4 della ceca Lucie Safarova, ex numero 5 del mondo poi scivolata fino alla posizione n. 61. Era la prima volta che la ex numero uno del mondo e la quasi 29enne rivale si trovavano di fronte, dopo la finale del Rolland Garros del 2015 vinto dall'americana.

18 gennaio 2017 - GIORNO 3
Avanzano tutti i favoriti nella terza giornata degli Australian Open. Vincono in tre set Murray (con l'incognita, però, della caviglia), Federer, Wawrinka e Nishikori: saluta invece Cilic, settimo favorito del seeding, che si fa sorprendere da Evans. Fuori anche Isner, 19esima testa di serie, al quale non basta un match-point per superare Misha Zverev.

Sorride l'Italia grazie all'impresa di Andreas Seppi che ha eliminato l'australiano Nick Kyrgios, numero 14 Atp e del seeding, rimontando due set contro l'avversario, più giovane di 11 anni, e annullando un match point: 1-6 6-7 (1) 6-4 6-2 10-8.  Il 35enne senese Lorenzi è stato a un passo dal centrare la seconda qualificazione al terzo turno, ma ha perso una maratona in cinque set contro Viktor Troicki, numero 29 del seeding. È finita 6-3 1-6 7-6 (3) 3-6 6-3 per il serbo.

Andando al tabellone femminile, Angelique Kerber, che proprio dalla conquista degli Australian Open 2016 aveva iniziato la scalata verso il trono del tennis mondiale, dopo aver ceduto un set all'ucraina Lesia Tsurenko (numero 51 Wta) all'esordio, nel giorno del suo compleanno la tedesca ha dovuto ricorrere ancora una volta al terzo per fare suo il derby con la 21enne connazionale Carina Witthoeft, numero 89 del ranking mondiale, piegata con il punteggio di 6-2 6-7(3) 6-2 sulla Rod Laver Arena. 

17 gennaio 2017 - GIORNO 2

Buon esordio per Sara Errani agli Australian Open femminili. La 29enne romagnola, numero 53 del ranking mondiale, ha battuto in due set la giapponese Risa Ozaki (n.93), 22 anni, alla sua prima partecipazione al tabellone principale di una prova del Grande Slam. Risultato 7-5, 6-1 in un'ora e 52 minuti.

Si è invece ritirata Karin Knapp, che affrontava la tennista di Taiwan Hsieh Su-wei. Sul punteggio di 6-3, 2-0 (40-0) l'altoatesina ha dovuto abbandonare dopo 57 minuti di gioco per il riacutizzarsi di un problema al ginocchio destro

Nel tabellone maschile è uscito di scena Thomas Fabbiano, battuto dallo statunitense Donald Young in tre set: 6-4, 7-6 (1), 6-4. Il pugliese, n° 141 del ranking, ha ceduto dopo due ore e mezza. Nel secondo parziale ha anche servito per il set, ma poi ha giocato male il tie break. 

Ottima partenza di Fabio Fognini: il 29enne, n° 48 del ranking, ha infatti battuto il mancino spagnolo Feliciano Lopez (n.29) al termine di tre set combattutissimi. Risultato finale 7-5, 6-3, 7-5 in due ore e tre minuti. Una vittoria di prestigio per il tennista ligure, che aveva sempre sofferto contro Lopez, perdendo entrambi i precedenti: agli US Open nel 2015 e a Wimbledon 2016, quando lo spagnolo gli aveva rimontato due set. 

Rafael Nadal si è presentato in buona forma, confermando di non essere a Melbourne per fare passerella. Nel primo turno ha eliminato in scioltezza il tedesco Florian Mayer, battuto in tre set con il punteggio di 6-3, 6-0, 6-2. Al campione maiorchino, numero 9 Atp, è bastato un break per set e la pratica era archiviata in un paio di ore. Assistito da un'ottima percentuale di servizio (sei gli ace messi a segno, con il 70% di prime in campo), ha mostrato di non soffrire i 30 gradi che hanno arroventato il cemento australiano. 

16 gennaio 2017 - GIORNO 1
Gli oltre trenta gradi della giornata di esordio hanno creato qualche problema anche ai favoriti, che hanno sofferto più del previsto. A cominciare da Andy Murray, che ha impiegato le prime due ore abbondanti di partita a prendere le misure al suo avversario, l'ucraino Marchenko.

Hanno decisamente rischiato di più, invece, Wawrinka, Nishikori e Cilic, entrambi costretti al quinto set, mentre è uscito di scena il francese Lucas Pouille, messo ko da un infortunio al piede sinistro. In chiusura di giornata ritorno vittorioso e convincente per Roger Federer, al rientro ufficiale nel circuito dopo oltre sei mesi di stop.

In campo femminile, subito fuori Simona Halep, mentre la numero uno del mondo e campionessa uscente Angelique Kerber ha faticato non poco per guadagnarsi la qualificazione. Ha guadagnato il secondo turno invece la spagnola Garbine Muguruza, così come Venus Williams. Comodo esordio per la russa Svetlana Kuznetsova, come pure per l'ucraina Elina Svitolina, mentre tra le teste di serie di seconda fascia escono subito di scena l'olandese Kiki Bertens e la tedesca Laura Siegemund.

Per quanto riguarda gli azzurri, debutto positivo per Paolo Lorenzi e Andreas Seppi: il senese, numero 43 del ranking mondiale, ha superato l'australiano James Duckworth con 64 76(4) 67(4) 64, dopo una battaglia di tre ore e 15 minuti. Bene anche Seppi che ha battuto 64 76(4) 67(3) 75, in tre ore e cinque minuti di gioco, il francese Paul-Henri Mathieu.

Esordio sfortunato, invece, per Luca Vanni, costretto al ritiro dopo 40 minuti nella sfida che lo vedeva opposto il ceco Tomas Berdych per un problema all'inguine della coscia destra. Il tennista toscano aveva superato le qualificazioni.

Tra le donne, finisce subito l'avventura di Roberta Vinci che ha ceduto all'esordio 6-1 7-6 (3) in un'ora e 37 minuti alla statunitense CoCo Vandeweghe. Eliminata anche Francesca Schiavone, uscita sconfitta (6-2 6-4) dal match con la statunitense Julia Boserup

(ANSA)

© Riproduzione Riservata

Commenti