Altri sport

Una partita di pallavolo contro il filo spinato anti-migranti

Singolare iniziativa in Istria, al confine tra Croazia e Slovenia. Vi prenderanno parte numerosi atleti e attori popolari dei due Paesi

istria

Redazione

-

Una partita di pallavolo per dire no al filo spinato. In Istria, al confine tra Croazia e Slovenia, numerosi atleti e attori popolari di entrambi i Paesi si sfideranno domani in segno di protesta contro il filo spinato posto negli ultimi giorni dalle autorità di Lubiana per contenere un eventuale futuro flusso di migranti. Il primo tempo della gara si giocherà vicino il valico croato-sloveno di Lucia-Brezovica; il secondo alcune ore più tardi al valico di Dragonja-Kastel. Al posto della rete, gli organizzatori di Pola sistemeranno il filo spinato.

Finora la Slovenia ne ha srotolato sul suo territorio circa 140 chilometri. E negli ultimi dieci giorni è stato esteso anche in Istria, regione finora completamente fuori dalla rotte migratorie. La Slovenia ha ignorato tutte le proteste ufficiali di Zagabria, limitandosi a ripetere che quando cesserà la crisi dei migranti l'intera rete di filo spinato verrà rimossa.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Migranti, perché la Ue ha aperto una procedura di infrazione all'Italia

Secondo la Commissione, da parte del nostro paese ci sono state mancanze nella registrazione dei richiedenti asilo nel database europeo

Migranti: il vertice Ue e le "bacchettate" all'Italia

Critiche al nostro Paese sulla procedura di raccolta delle impronte, mentre la Francia chiede a noi e ai greci di realizzare "hotspot" di detenzione

Slovenia, filo spinato al confine con la Croazia - Foto

Il governo di Lubiana ha dato inizio alla costruzione dell'annunciata barriera per controllare il flusso di migranti

Commenti