7-13 gennaio: le bomberate della settimana
Chiamarsi Bomber
7-13 gennaio: le bomberate della settimana
Sport

7-13 gennaio: le bomberate della settimana

I rischi dello stare in panchina (vedi Mancini) e quelli di invitare in trasmissione Candela, più altre sfaccettature dell'ultimo derby Roma-Lazio

Bomberata n°5: il francesismo di Candela

Durante la trasmissione "Goal di notte" condotta da Michele Plastino, l’ex terzino francese si presenta dopo qualche drink di troppo. E durante il dibattito su Roma-Lazio interrompe con un "francesismo" l'ex collega e rivale Rambaudi: godetevi il video sopra, reazione dello studio inclusa.

Bomberata n°4: la maglia della Lazio

Getty Images

Alcuni non hanno fatto nulla (vedi la Lega Serie A), tanti hanno giocato con il lutto al braccio. La SS Lazio ha fatto qualcosa in più: bravi bomberoni!

Bomberata n°3: i 600 mila Bomber

Chiamarsi Bomber

Ebbene sì, la nostra pagina facebook ha raggiunto la clamorosa quota di 600.000 fan. Concedeteci allora questa auto-celebrazione: quattro anni fa mai avremmo pensato che uno scherzo al bar si sarebbe trasformato in un'avventura fantastica che speriamo duri ancora molto molto a lungo. Grazie a tutti voi!

Bomberata n°2: il missile di Andreolli

Chiamarsi Bomber

La pallonata (pare involontaria) con cui il baby-capitano nerazzurro ha provato a spedire fuori da San Siro mister Roberto Mancini ha scatenato la fantasia dei più grandi artisti del Web. Manco il Rinascimento aveva dato la stura a capolavori simili: il talento del vero Bomber.

Bomberata n°1: Totti (non solo per il selfie)

Il selfie di Francesco Totti sotto la curva Sud Getty Images

Autore di una semirovesciata "alla Parola" e di un’esultanza da Bomberone con tanto di selfie, il Pupone è l'ultima bandiera di un calcio ormai malato e troppo legato al business: ecco perché lo nominiamo Bomber con Evidenti Meriti Sportivi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti