Milano vince e festeggia il 26° scudetto
Savino Paolella/ www.sportbestphoto.com
Milano vince e festeggia il 26° scudetto
Sport

Milano vince e festeggia il 26° scudetto

2a giornata: l'EA7 supera Trento nella serata in cui issa lo stendardo del titolo 2014; millesima panchina con blitz di Cremona per coach Pancotto

Nel posticipo della 2a giornata Trento fa l'Aquila guastafeste per i primi due quarti, dopo di che lascia il campo e la scena a un'Olimpia che festeggia davanti al suo pubblico l'ultimo scudetto aggiungendo lo stendardo del 26° scudetto ai tanti già in bella mostra sul soffitto del Forum ed esibendo in vetrina i nuovi acquisti a dispetto di un gioco (come per tutte le altre squadre) ancora da registrare: nel 90-75, 18 punti per un motivatissimo Kleiza, 16 per Ragland e Brooks; tra i protagonisti della passata stagione, 15 punti (con 11/12 dalla lunetta) e 14 rimbalzi per Samuels, mentre gli ospiti ne hanno 19 da Mitchell.

Nell'altro incontro del lunedì sera vittoriosa per 84-81 anche Sassari (Sosa 23, Dyson 18, Logan 17) sul terreno di Pistoia (C.J. Williams 23): Banco di Sardegna ed EA7 raggiungono così a punteggio pieno Brindisi (che vince il derby a Caserta), Venezia (che supera in casa Roma con 19 punti dell'ex Goss) e Varese (che passa a Pesaro con 24 punti di Diawara, abile a sommare un eccellente 4/6 nelle triple a un insufficiente 3/10 da due). In evidenza nella seconda giornata anche una Cremona corsara a Reggio Emilia (vedi sotto alla voce coach) e una Cantù ancora in piena costruzione e definizione dei ruoli, a partire da un Johnson-Odom che firma la vittoria su Avellino con un ventello, ma si dimostra più efficace quando gioca guardia cedendo la regia a Feldaine o Stefano Gentile. Bene anche la Granarolo Bologna, che - notizia nella notizia - ha nell'italiano Simone Fontecchio (14 punti in 22' sul parquet) il suo top-scorer nel match interno vinto su Capo d'Orlando.

I numeri da highlights
Austin Freeman ne fa 27 per l'Orlandina e risulta così il miglior marcatore della giornata, anche se non evita la sconfitta ai siciliani e... fa annotare a referto un non eccezionale 6/14 da due e 3/6 da oltre l'arco. Più interessanti i numeri offerti dai suoi compagni Dario Hunt ("high" di 13 rimbalzi per il primo posto nella specialità a 12 di media) e Gianluca Basile: 6 assist per il trentanovenne "veterano", uno in meno dei 7 di Daniele Cinciarini per Reggio Emilia. Mays (18 punti, 12 rimbalzi, 3 assist e un paio di stoppate per Brindisi) è invece il migliore per valutazione (31) dell'intero turno.

Il coach
Vero che la Grissin Bon è in piena emergenza, avendo perso per 50 giorni anche Drake Diener (infortunio muscolare) dopo il ko di Darjus Lavrinovic, ma Cremona compie la prima impresa di stagione andando a vincere sul parquet di Reggio Emilia. A guidarla coach Cesare Pancotto, che festeggia così la sua millesima panchina in serie A e conferma di essere uno dei migliori allenatori della nostra scuola (già premiato come "coach dell'anno" nel 1984 e nel 2006).

La frase
Nel breve ma incisivo discorso al Forum prima che venisse innalzato lo stendardo del 26° scudetto, Giorgio Armani ha esordito così: "Sono particolarmente contento questa stagione, perché ho finalmente un posto in prima fila". E in effetti per la prima volta il suo posto era nelle sedie per i "vip" a bordo campo anziché nei seggiolini indietro del parterre: il che non cambierà però il modo di porsi di questo personaggio di fama mondiale, che prima ha salvato l'Olimpia dall'oblio e poi l'ha riportata allo scudetto dopo 18 anni senza mai voler essere protagonista in prima persona, ma non mancando mai di trasmettere all'ambiente la voglia di arrivare in alto e di assicurare alla sua dirigenza i soldi necessari per competere ad alto livello. Un esempio a cui lo sport italiano dovrebbe guardare e un uomo al quale i vertici del nostro basket potrebbero anche chiedere qualche consiglio in più per rilanciare l'immagine del Campionato. 

I risultati e la classifica
2a giornata: Grissin Bon Reggio Emilia-Vanoli Cremona 69-70, Vitasnella Cantù-Sidigas Avellino 74-65, Pasta Reggia Caserta-Enel Brindisi 69-78, Granarolo Bologna-Upea Capo d'Orlando 74-69, Consultinvest Pesaro-Openjob Metis Varese 85-96, Umana Venezia-Acea Roma 74-57, EA7 Armani Milano-Dolomiti Energia Trento 90-75, Giorgio Tesi Pistoia-Banco di Sardegna Sassari 81-84. La classifica: Brindisi, Venezia, Milano, Varese, Sassari 4; Cremona, Roma, Cantù, Pistoia e Reggio Emilia 2; Bologna, Capo d'Orlando, Trento, Avellino, Caserta e Pesaro 0. (Bologna 2 punti di penalizzazione)




Ti potrebbe piacere anche

I più letti