Società

Un tuffo dove la città è più blu

La guida alle piscine italiane per chi resta a casa durante il periodo estivo

Quando l’afa estiva si accanisce ai forzati della città non resta che la piscina. E quest’anno potrebbero essere in tanti: l’associazione di consumatori Codacons stima che il 44% degli italiani resti a casa. Così, se le ferie sfumano, anche per colpa della crisi, la scelta ricade su una delle piscine urbane elette a meta ideale per rilassarsi, nuotare, sorseggiare un cocktail in compagnia, evitando pure il fastidio della sabbia sulla pelle.

Ce ne sono per tutti i gusti e le tasche. A Milano l’Aspria Harbour club offre ai soci una vasca olimpica immersa nel verde con pool bar e ristorante. Sul grande terrazzo della spa si trova quella idrotermale riscaldata a 35 °C. Vista sul parco e sui campi da tennis (www.harbourclub.it).

Il Gardanella Village è un’oasi sportiva affacciata sull’omonimo lago. Ad agosto la piscina esterna e il parco diventano anche location di appuntamenti della movida: tornei sportivi, giochi in acqua, happy hour e grigliate a bordo vasca (www.gardanella.it).

A Modena non hanno risentito del terremoto le Terme della Salvarola, le cui acque salsobromoiodiche, sulfuree, magnesiache sono conosciute fino dai tempi dei romani. Le cinque piscine termali, circondate dal verde di un parco secolare e aperte 7 giorni a settimana, sono dotate di idrogetti, cascate e giochi d’acqua, percorsi vascolari (www.termesalvarola.it).

Per chi vuole sfuggire al traffico del centro di Roma e godersi qualche ora di sole in santa pace la piscina dell’ Hotel Aldrovandi Villa Borghese fa al caso suo: scelta dal duca di Edimburgo, Mikhail Gorbaciov e Burt Bacharach per la sua riservatezza, offre ai nababbi occasionali ed esigenti una manciata di lettini intorno alla vasca o nascosti fra gli alberi del giardino (www.aldrovandi.com).

Siete allergici al verde? Al settimo piano del Radisson Blu, a due passi dalla Stazione Termini, si trovano una moderna piscina di 30 metri e una Jacuzzi dove vengono organizzati aperitivi e live show musicali (www.radissonblu.com). Restando nella capitale, sono aperte fino alle 18 le due piscine circondate da un ampio solarium e un bar dell’Arca circolo sportivo culturale (www.circoloarca.org).

Un tuffo nella storia per chi resta a Napoli e si regala un giorno alle piscine delle Stufe di Nerone, complesso termale che risale alla Roma imperiale con una piscina semi olimpionica a 35°C e una interna a 40°C per gli amanti di calde coccole (www.termestufedinerone.it).

Piscina non è soltanto sinonimo di relax. Per chi ha figli, di quelli che non restano fermi un minuto, l’estate è anche parco dei divertimenti. Ogni anno l’Aquafan di Riccione propone nuove attrazioni, come l’ultimo Speedriul, lo scivolo a tubo che si apre su una rotatoria a imbuto (www.aquafan.it). Adrenalina pura anche all’Ondaland, Novara, che con scivoli, vortici e discese vertiginose si è aggiudicato il riconoscimento come miglior parco acquatico 2011 (www.ondaland.it).

Excelsior Palace Hotel - Rapallo (Ge)

Sulla terrazza dell’Excelsior Palace Hotel di Rapallo si trova la piscina Infinity che dà l’impressione di fondersi con il panorama e l’acqua del Golfo del Tigullio. Chi non vuole lasciare a casa il proprio amico a quattro zampe, con un supplemento di 20 euro, può prendere la tintarella nella Bau-bau Beach, zona dedicata agli animali di piccola taglia con tanto di lettino, ombrellone e ciotola per l’acqua (Excelsiorpalace.it).

Hidron - Firenze

Aperto da aprile, più che un parco acquatico sembra un grande centro benessere, con una piscina interna di 25 metri per il nuoto libero e i corsi, una palestra acquatica, una vasca ludica per bambini e una piscina esterna olimpionica con acqua salata e idromassaggio. Per chi vuole trascorrere la domenica come in un villaggio turistico c’è l’Hidron village, l’animazione in acqua con giochi e musica per adulti e bambini (Hidron.it).

Adler Dolomiti - Ortisei (Bz)

Quest’anno è stata segnalata da Trivago.com come una delle 10 piscine più belle al mondo all’interno di un hotel. All’Adler quella coperta dalla piramide di cristalli è salata e riscaldata a 32 gradi e si unisce alla vasca grande all’aperto che si affaccia sulle Dolomiti. Per chi ama le bollicine, da provare l’idromassaggio con vista panoramica. Con l’ingresso è obbligatorio prenotare un trattamento (Adler-dolomiti.com).

Aquardens - Verona

A Verona in piscina si danno i numeri. Ben 5.200 metri d’acqua salsobromoiodica, che sgorga pura a 46 gradi da una profondità di 130 metri. Si chiama Aquardens ed è il più nuovo (inaugurato il 23 luglio) e il più grande parco termale d’Italia e d’Europa aperto tutto l’anno. Parola d’ordine: igiene. L’acqua di ogni piscina, viene cambiata cinque volte al giorno (Aquardens.it).

Parco dei Principi Grand Hotel & spa - Roma

A pochi passi da via Veneto, nel verde di Villa Borghese, si trova la grande piscina riscaldata dell’Hotel Parco dei Principi, progetto di Giò Ponti. La vasca si conclude in una Jacuzzi semicircolare. L’acqua utilizzata è di fonte e arricchita di ozono per migliorare la circolazione, sfruttare l’ossigenazione dei tessuti e permettere il mantenimento della tanto agognata abbronzatura (Parcodeiprincipi.com).

Hotel San Clemente Palace - Venezia

Da Bono Vox al principe del Brunei, a Robert De Niro, a Penélope Cruz: per fare incontri ravvicinati con personaggi famosi una piscina per ricchi è quella dell’Hotel San Clemente Palace. L’albergo, del gruppo The Leading hotels of the world, è stato costruito infatti su un’isola privata della laguna. Per accedere alla piscina è obbligatoria la *tessera al club valida da maggio a settembre (Sanclementepalacevenice.com).

Acquaworld - Concorezzo (Mb)

È il più grande parco acquatico coperto d’Italia, si può prendere il sole anche stando sdraiati all’interno della struttura grazie a una copertura in Efte, un polimero artificiale derivato dal fluoro, che permette di far passare i raggi solari. In ben 35 mila metri quadrati di parco si trovano 12 fra vasche riscaldate e piscine, nove scivoli di ultima generazione, nicchie per l’idromassaggio. La zona relax è per soli adulti, con lettini e ombrelloni (Acquaworld.it).

Golf Club Ugolino - Firenze

La piscina anni Trenta, progettata da Gherardo Bosio con i trampolini disegnati da Pierluigi Nervi, è uno dei maggiori esempi di architettura razionalista, posto sotto tutela delle Belle arti. Per chi punta a un ambiente sofisticato, il Golf Club Ugolino, con 80 euro per 18 buche, apre la sua piscina ai golfisti giornalieri. Il prezzo dell’ingresso per bambini è di 15 euro (Golfugolino.it).

Terme di Agnano - Napoli

Aperte da due anni, le quattro piscine interne con idromassaggi e le due esterne di 400 metri quadrati mescolano il design minimal della struttura alla bellezza del sito archeologico delle antiche terme. La zona intorno alla piscina è attrezzata con un percorso ginnico e area ciclabile per godere delle bellezze del luogo dopo una nuotata. Appena inaugurata la piscina di acqua dolce per bambini dai 4 ai 12 anni (Termediagnano.it).

Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotels & Resorts - Roma

Nel centro di Roma, fra prati curatissimi e alberi secolari, affacciate sulla Città eterna, si trovano la piscina da 25 metri per gli adulti e quella, poco distante, per bambini. I piccoli, con un supplemento d’ingresso di 35 euro, possono essere intrattenuti dagli animatori per non disturbare il relax di mamma e papà. Le serate diventano interessanti dalle 19 con aperitivi musicali a bordo piscina, naturalmente (Romecavalieri.it).

Lido - Milano

È la piscina storica di Milano, con una grande vasca all’aperto circondata dai campi di beach volley e aree in erba sintetica dove prendere il sole. I costi sono all’osso, ma appartarsi è impossibile: la struttura può contenere fino a 3 mila persone, che nelle giornate afose apprezzano particolarmente i nebulizzatori direzionati sui lettini. E per chi non può rinunciare al lavoro da quest’anno wi-fi gratuito in tutto l’impianto (Milanosport.it).

Parco acquatico Eldorado -  Apire (Mc)

Un tuffo a 90 km orari, lungo 115 metri: alle porte di Macerata, vicino ai Monti Sibillini. Per chi non soffre di cuore, al parco acquatico Eldorado ci sono i Big twins, gli scivoli più lunghi d’Europa, con un impianto di risalita motorizzato. E per il relax anche dolci rapide per navigare tranquillamente, una laguna, grandi vasche, un idromassaggio da 24 posti con acqua riscaldata (Parcoeldorado.com).

© Riproduzione Riservata

Commenti