Sex & Love

Dimmi che facoltà frequenti e saprai quanto sesso fai

Una ricerca inglese ha stabilito l'equazione dell'attività erotica degli studenti

Sesso tra studenti

Barbara Massaro

-

Può esistere un nesso tra la facoltà scelta all'Università e l'attività sessuale di uno studente? A quanto pare sì. O per lo meno è possibile stabilire delle statistiche che disegnano un'equazione più o meno costante.

Più la facoltà ha sbocchi professionali certi ed è d'impronta scientifica, meno si fa sesso. A definire il paradosso del secchione è un'indagine inglese che ha interrogato gli universitari chiedendo loro quanti partner si hanno avuti, se si è ancora vergini e quanto vadano d'accordo carriera accademica e performance tra le lenzuola.

Ebbene pare che le facoltà scientifiche - ingegneria, matematica, fisica e informatica - abbiano il maggior numero di studenti vergini o comunque poco attivi da un punto di vista sessuale; al contrario, le facoltà umanistiche, per antonomasia quelle con minori sbocchi professionali, sono quelle nelle quali gli studenti si dilettano di più tra le lenzuola dedicandosi ai piaceri di Afrodite tra una sessione d'esame e l'altra. A livello di numeri in media negli anni dell'Università si hanno 8,2 partner a testa con picchi di 10, 15 per le umanistiche e punte di 0 per le scientifiche.

Se la matematica non è un'opinione alle facoltà artistico-umanistiche ci si diverte senza dubbio di più.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

'Kitchen Confidential': sesso, droga e cibo stellato

Francesco Bianconi dei Baustelle legge Anthony Bourdain

Il giorno perfetto del sesso per le donne

Anche fare l'amore è una questione di tempistica

Commenti