Il selfie è donna
Thinkstock
Il selfie è donna
Società

Il selfie è donna

Secondo una ricerca condotta dall'Università Cattolica di Milano sono più le femmine dei maschi ad essere attratte dall'autoscatto social

Dimmi che selfie ti fai e ti dirò chi sei. O meglio: se ti fai gli ormai famosi autoscatti social sei una persona coscienziosa ed estroversa.

Selfie in cattedra

Sono questi i primi risultati di una ricerca condotta presso l'Università Cattolica di Milano. Lo studio è stato eseguiti dal Professor Giuseppe Riva, docente di psicologia della comunicazione e psicologia e nuove tecnologie che ha preso in esame centocinquanta persone (35% maschi, 65% femmine).

L'età media dei partecipanti era 32 anni e incrociando i dati emersi in merito al loro utilizzo dei social media, al loro sesso e alla loro personalità è emerso che sono soprattutto le donne ad amare i selfie che vengono fatti in primo luogo per far ridere e divertire gli altri (39%), poi per vanità (30%) e infine per raccontare un momento della propria vita (21%).

La personalità "Selfie"

Le persone più inclini a condividere a colpi di smartphone il proprio aspetto con gli altri sono donne dal carattere estroverso, che non temono il giudizio dei social e quelle coscienziose ovvero più caute e capaci di controllarsi, con la tendenza a pianificare le proprie azioni piuttosto che ad agire di impulso.

La psicologia ai tempi dei social network

Il Professor Riva ha così spiegato le basi della ricerca: "La nostra ricerca, tuttora in corso - ha detto il docente - ha 3 obiettivi conoscitivi principali: comprendere perché le persone si fanno i selfie; se ci sono differenze tra uomini e donne per quanto riguarda questa pratica; analizzare le possibili caratteristiche psicologiche, dal punto di vista della personalità, delle persone che si fanno selfie".

Insomma il selfie dopo essere diventato "roba da linguisti" ora è anche "roba da psicologi".

I più letti