Pink nuda per Peta
Peta.org
Pink nuda per Peta
Società

Pink nuda per Peta

E' la cantante il nuovo volto per dire no all'utilizzo delle pellicce di animali nell'industria della moda

Eisabetta Canalis, Pamela Anderson, Tamara Ecclestone, Penelope Cruz e persino la stilista Vivienne Woodstock: sono decine le star che, negli anni, hanno messo a disposizione il proprio tempo e il proprio corpo per impiegarlo, nudo, nelle campagne di sensibilizzazione della Peta (People for Ethical treatments of Animals) per dire basta all'utilizzo di pellicce di animali nel mondo della moda

Alla schiera di vip rimaste nude si aggiunge oggi anche la cantante Pink.

Pink, 50 milioni di dischi venduti, 6 MTV Video Music Awards, 2 MTV Europe Music Awards e 3 Grammy Awards vinti è rimasta completamente nuda e fotografata per enormi cartelloni pubblicitari esposti in mezz'America.

E' lei la nuova testimonial della lotta animalista di Peta e, sempre solare, ha dichiarato: "Vorrei tanto dire che non ho mai messo una pelliccia ma sfortunatamente in passato ho attraversato una fase molto egoistica, in diverse occasioni. Ma ora sono più saggia e boicotto le pellicce al 100%. Vorrei che tutti fossero costretti ad informarsi sugli orrori che questi animali devono subire a causa dell’industria di moda".

Senza rinunciare al suo spirito rock ha così chiosato: "Spero tanto che chi indossa una pelliccia venga morso sul culo dalla stessa specie di animali che porta addosso! Io preferisco restare nuda piuttosto che indossare una pelliccia. Siate a vostro agio nella vostra pelle, e lasciate gli animali in pace nella loro!".


Peta.org
Elisabetta Canalis
Ti potrebbe piacere anche

I più letti