People

Mick Hucknall, il Don Juan della musica

Più di mille donne per il leader dei Simply Red in 25 anni di carriera

Goldene Kamera  2010

attend the Goldene Kamera 2010 Award at the Axel Springer Verlag on January 30, 2010 in Berlin, Germany. – Credits: Gettyimages

 "Quando hai 24 anni, non te ne frega nulla. Sei invincibile. Puoi fare qualsiasi cosa. Il tuo unico pensiero è che il mondo è pronto per essere preso. Vuoi semplicemente divertirti da morire". Così Mick Hucknall ricorda gli inizi della sua carriera. Era il 1985 quando quel soft mix tra pop e soul firma dei Simply Red ha iniziato a dominare la scena musicale trasformando un giovane Mick in uno dei cantanti più richiesti e apprezzati al mondo.

30 anni di musica

In 30 anni la band ha venduto 50 milioni di dischi e dopo un breve percorso artistico individuale Mick e compagni nel 2015 torneranno insieme con un nuovo tour. Proprio per promuovere il ritorno in grande stile dei performers britannici Hucknall ha rilasciato alcune interviste ripercorrendo la lunga carriera del gruppo e parlando anche della sua fama di grande amatore.

Il Don Giovanni della musica

Il Telegraph ha chiesto al cantante se la stima di aver avuto mille donne è ragionevole e Mick ha così risposto: "È probabile. Non l'ho mai negato, ma neanche sostenuto. Non me ne sono mai vantato. Non tengo il conto. Non ne ho idea, ma penso che in 25 anni di carriera sia una stima ragionevole. Se ho voglia di dirlo? No. Non tengo il conto delle donne con una tacca sul montante del letto".

Come in un negozio di caramelle

Insomma un amante gentiluomo che grazie alla sua voce soul e ad un certo sex appeal ha ovviato più che bene ad evidenti carenze estetiche delle quali è stata colpevole madre natura. Bassino, lunghi capelli color carota, lineamenti marcati, Mick non si può certo definire un adone... Eppure, ricorda oggi: "Specialmente nel periodo prima dell'AIDS, era una cosa assurda. Era come essere bambini in un negozio di caramelle. Non ci crederesti. Ci sono ragazze che ti rincorrono tutto il tempo: è incredibile". 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti