People

Marco Baldini: "Vorrei solo sparire"

Amaro sfogo via Facebook del conduttore radiofonico che lotta contro la dipendenza da gioco d'azzardo

Schermata 04-2457127 alle 11.07.05

Barbara Massaro

-

Non cerca scappatoie, non vuole scusanti, ma sceglie la sincerità e la consapevolezza Marco Baldini che, via Facebook, torna a parlare del maledetto vizio che gli ha rovinato la vita, quello del gioco d'azzardo.

Conduttore radiofonico e televisivo brillante, più che una spalla per Fiorello, anima stessa del successo di Viva Radio 2 insieme al suo amico e compagno di lavoro, Marco, da tempo, sta vivendo una profonda crisi dovuta ai guai combinati a causa del gioco. Non si è mai nascosto dietro ad un dito e questo, forse, nel mondo dello showbiz lo ha penalizzato. Proprio dalla scelta della consapevolezza parte il duro sfogo di Baldini lanciato via social network

"Che vi devo dire :
c'è chi la chiama vecchiaia,
chi depressione,
chi maschera questi concetti con la parole "saggezza" o "maturità"
ma se fossi stato maturo o saggio non avrei combinato quello che ho combinato, io uso un altro termine: consapevolezza.

La consapevolezza non è una parola necessariamente positiva.
Infatti vuol dire: "rendersi conto"
e qui è facile capire che se ti rendi conto di aver fatto cose buone, la consapevolezza è positiva
ma se invece sei consapevole di aver distrutto qualcosa di importante tipo la tua vita o peggio ancora anche la vita di qualcun'altro, la parola "consapevolezza" diventa "colpevolezza ".

E poi prosegue: 

"C'è chi dice: "beati gli stupidì e gli incoscienti" e ha ragione.
E' infatti quando ti manca la consapevolezza che non senti il peso di ciò che hai perso
Dovresti infatti non riacquistare la ragione e vivere nella beata ignoranza per non "ammalarti".

Una malattia subdola la sua, una dipendenza difficile da combattere se unita a depressione e voglia di mollare nonostante il sostegno dei molti fans che non lo hanno mai abbandonato nonostante i guai combinati.

A 55 anni Baldini parrebbe avere la consapevolezza di aver sprecato l'intera esistenza buttando via ciò che la buona stella gli ha regalato e infatti dice:

"Ho sicuramente tutti i difetti del mondo,
ho commesso azioni scellerate al limite della follia, 
ho sprecato tutto il talento che avevo,
ho fatto anche tanto altro che non posso raccontare,
ma una cosa non ho mai fatto:
Non mi sono mai nascosto.

Questo mi ha penalizzato
perché nel mondo dorato dello showbiz essere sincero non è permesso se ciò non combacia con l'immagine che devi dare
Ma a dire la verità non me ne frega un c... (scusate l'aforisma). 
Molte persone che fanno parte di questo mondo e che fanno fatica a salutarmi o meglio ancora, non mi considerano più mi hanno fatto un favore perché almeno non sono più costretto a frequentarle
Così come non dovrò più frequentare quei "falsoni" che mi hanno promesso mari e monti e poi non erano neppure una pozzanghera o un dosso.

Infine mi rivolgo ai soliti che adesso come da copione diranno che mi piango addosso.
Ve l'ho detto prima: non è un lamento,
non è una preghiera,
non è una giustificazione. 
Solo consapevolezza".

Perchè questo sfogo proprio ora? Ecco la risposta:

"Perché ho scritto tutto questo ? Bella domanda. 

Forse per onor del vero, 
forse perché I social per me funzionano come il lettino dell'analista
forse perché un personaggio pubblico deve essere pubblico davvero
forse perché sono stanco davvero e voglio sparire

....o forse perché sono un povero pirla e non cambierò mai... 
però ne sono consapevole".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Marco Baldini: "Lascio Fiorello, colpa dei miei problemi personali"

"Avremmo voluto che restasse, rispettiamo la sua decisione", dice lo showman

Commenti