Redazione

-

Il processo per molestie sessuali contro Bill Cosby si è aperto a Norristown, in Pennsylvania, con la richiesta degli avvocati del comico di archiviare il caso sulla scorta di un accordo stipulato dieci anni fa con un precedente procuratore. La Corte, a 24 ore dalla richiesta, ha però fatto negato l'istanza d'archiviazione, dunque, il processo va avanti.

L'attore, che ha 78 anni, è arrivato in aula di prima mattina, aiutato da dei collaboratori a salire le scale della corte, mentre un altro gli portava il bastone. 

L'attuale District Attorney, che ha portato in tribunale l'attore protagonista e autore della sitcom I Robinson, ha replicato di non essere a conoscenza di alcun patto del genere, mentre Bruce Castor, il suo predecessore, ha ribadito che nel 2005, convinto che non ci fossero elementi per processare Cosby, aveva concluso con un suo avvocato, morto un anno fa, un "patto a voce" di non luogo a procedere.

Cosby è accusato di aver drogato e violentato l'ex dipendente della Temple University, Andrea Constand, nella sua villa di Filadelfia. Le accuse risalgono al 2004 e sono analoghe ai racconti di decine di altre donne che dagli anni Sessanta in avanti hanno sostenuto che il "papà buono" dei Robinson avrebbe offerto loro bevande "dopate" per poi abusare di loro. La denuncia della Constand è l'unica arrivata al processo. Secondo i giudici che si sono espressi stamani "Non esistono le condizioni per procedere all'archiviazione".


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Bill Cosby, revocata la laurea honoris causa

L'Università di Fordham ha deciso di togliere all'attore il riconoscimento assegnato 14 anni fa

Bill Cosby di nuovo in tribunale (ma stavolta è lui a denunciare)

L'attore ha denunciato per diffamazione una delle sue presunte vittime

Bill Cosby a processo per violenza sessuale

Il caso riguarda un episodio del 2004, vittima una donna della Pennsylvania. È la prima volta che una delle accuse all'attore arriva in tribunale

Commenti