New York sforna i Papa cookies

Un biscotto con il volto del Papa. Tutto da mangiare. L'idea è di un pasticcere italiano del Bronx. Li aveva già realizzati cinque anni fa in occasione della visita di Papa Ratzinger a New York

Paola Camillo

-

Era stato un bell’affare nel 2008: i biscotti tondi con il volto di Papa Benedetto XVI raffigurato su uno dei due lati, andarono a ruba durante la messa celebrata in un gremito Yankee Stadium, a New York. E oggi, dopo la notizia delle dimissioni papali, Anthony Artuso - ideatore dei Pope cookies e titolare di Artuso's Pastries Shop sulla 187ma strada nel Bronx - ha pensato di riproporli, con grande successo mediatico, dato che anche il New York Times ne ha raccontato la storia e il negozio sta ricevendo in queste ore moltissimi ordini di biscotti papali.

Anthony Artuso non è nemmeno nato in Italia ma le origini italiane, di Reggio Calabria, si sentono eccome. Dei meridionali, in particolare, ha il senso sottile, veloce e creativo degli affari, condito dalle maniere da gentiluomo, capace di salutare calorosamente i clienti, fare una battuta, omaggiare una sfogliatina o un cannolo, e nello stesso tempo controllare con la coda dell’occhio che tutti i dipendenti lavorino a ritmo.

La sua pasticceria si trova nel Bronx, adiacente ad Arthur Avenue, la vera Little Italy di New York, una zona dove il business italiano è presente da circa centocinquant’anni con negozi di gastronomia, mozzarellifici, club e ristoranti. Nonostante negli ultimi tempi la comunità si sia allargata anche agli albanesi, che hanno rilevato alcuni locali, l’impronta italiana rimane molto forte, orgogliosa, genuina. E se sei italiano, inevitabilmente ci scappa un buon profumato caffè espresso. Magari da accompagnare a un biscotto del Papa.

Natalia Corridori, manager di Artuso’s Pastries racconta: “Nel 2008, allo Yankee Stadium, ne vendemmo circa cinquecento. I clienti hanno continuato a chiederceli anche dopo la visita di Ratzinger ma noi non lo abbiamo più sfornato fino a pochi giorni fa, finché non abbiamo saputo delle sue dimissioni. Personalmente odio morsicare il Papa”, scherza la manager, mentre con un velo di glassa fa aderire l’effige del papa, stampata in inchiostro alimentare, sui biscotti al burro.

La decisione del Papa ha tenuto banco nel vociare di Little Italy anche se Sanremo, in onda sui mega schermi di tutti gli esercizi commerciali di Little Italy, è pronto a prendersi la scena.

© Riproduzione Riservata

Commenti