Life

Vivere vicino a un pub fa bene alla salute

Lo sostiene una ricerca dell'Oxford University

Pinte di birra

Barbara Massaro

-

Esistono diversi fattori che influenzano la qualità della vita, tra questi, a sorpresa, va inclusa anche la vicinanza ad un pub, bar o locale notturno.

Lo sostiene una ricerca della Oxford University che ha analizzato come le persone che vivano in vicinanza di un luogo di ritrovo siano più socievoli, di buon umore e meno inclini all'abuso di alcool.

L'idea, infatti, di uscire dopo cena a far due passi per ritrovarsi con gli amici nel pub del quartiere migliora lo stato d'animo dopo una giornata di lavoro e uscire non è più l'evento del fine settimana durante il quale si rischia di abusare di alcool ed entusiasmo, ma si trasforma in una piacevole abitudine quotidiana per incontrare gli amici.

 Lo studio, realizzato per "Campaign for Real Ale (Camra)", è stato condotto nei pub dell'Oxfordshire ed è emerso come gli avventori abituali siano più inclini alla chiacchiera, all'incontro non virtuale col prossimo e allo scambio d'opinioni nel gruppo.

"L'amicizia e la comunità sono i due fattori fondamentali per il nostro benessere e per la nostra salute - ha dichiarato il professore Robin Dunbar -. Stringere e mantenere relazioni, in ogni caso, è qualcosa che deve essere fatto 'faccia a faccia'. Il mondo digitale non può essere un sostituto".

Il pub, dunque, assurge a luogo di moderna agorà e lo scambio concreto tra persone reali si trasforma il linfa energetica in vista del domani. "Il ruolo che i pub hanno nell'assicurare il benessere di ognuno non viene mai esaltato. Per questo motivo - ha concluso - dobbiamo fare di tutto per assicurarci che tutti ne abbiano almeno uno vicino al luogo in cui vivono o lavorano"

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

L'elisir di lunga vita di Agnes: birra e whisky per arrivare a 110 anni

Ecco la "Formula magica" dell'ultra centenaria del New Jersey

Commenti