onu Ginevra sede
Life

Stage gratis all'Onu, ragazzo neozelandese costretto a dormire in tenda

Il giovane ha cercato una stanza in affitto ma sono tutte troppo care

All'apparenza non c'è nulla di più prestigioso di uno stage presso le Nazioni Unite per chi ambisce a fare una carriera diplomatica. Così, a 22 anni e col sostegno dei genitori, David Hyde ha lasciato la Nuova Zelanda ed è volato a Ginevra per un tirocinio di sei mesi all'Onu: fino a qui tutto bene, salvo scoprire di non potersi permettere una stanza in affitto e finire a dormire in una tenda pur di non rinunciare al suo sogno.

La storia di David Hyde

La storia è stata svelata da La Tribune de Genève e in poche ore ha fatto il giro del mondo. Diplomato in relazioni internazionali, David Hyde ha frequentato per sei mesi un corso presso la facoltà di Scienze Politiche a Parigi, poi è volato a Ginevra col sostegno della famiglia e degli amici contenti per la prestigiosa mansione. Una volta in città, ha iniziato a cercare una stanza in affitto, ma presto ha dovuto rinunciare: "Troppo care per me", ha spiegato al giornale elvetico. Così ha dovuto ripiegare su una tenda e ora è costretto a dormire in un parco sul lungolago, a pochi passi dalla sede dell'Onu.

Gli stage non retribuiti

Niente rimborso spese, nessun contributo per vitto e alloggio, zero buoni pasto e spese mediche. E' dura la vita per uno stagista all'Onu e, a meno di ottenre una borsa di studio, le spese ricadono integralmente sulle famiglie dei giovani. La storia di David Hyde sta facendo molto discutere circa le pratiche adottate dalle organizzazioni internazionali e lo "sfruttamento" degli stagisti che, svela La Tribune de Genève, non possono cambiare lavoro perché una clausola del contratto vieta loro di trovare un impiego durante i sei mesi che seguono l'esperienza. "Continuerò lo stage sennò rischio di non ottenere il certificato necessario per far valere il tirocinio nel curriculum", racconta il ragazzo. Che però non ha perso l'ironia: "Per fortuna ho scelto la tenda più impermeabile in commercio".  

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti