L'importanza di chiamarsi Elizabeth (Gallagher)

Dal Canada la storia di un ragazzo che cerca una donna che si chiami come la ex fidanzata per un viaggio da sogno

Schermata 11-2456967 alle 11.07.37

Jordan Axani, il protagonista della storia – Credits: Facebook

Barbara Pepi

-

Aveva pensato a tutto: un giro di tre settimane tra Parigi, Nuova Delhi e Bangkok. Gli alberghi erano stati prenotati, i voli pagati e la voglia di regalarsi una vacanza da sogno con la fidanzata era molto forte.

Poi però al giovane Jordan Axani le cose sono andate male e, prima ancora di partire per il viaggio, si è lasciato con la ragazza, Elizabeth Gallagher. Ora, però, l'intraprendente Jordan non ha voglia di cospargersi il capo di ceneri e chiudersi in camera a piangere la male sorte, anzi. Armato di senso pratico e buona volontà ha messo un annuncio via Reddit per cercare una ragazza di passaporto canadese che si chiami come la "sua" Elizabeth. Nessun feticismo o nostalgia del tempo passato, solo desiderio di non buttare via i soldi della vacanza e l'unico modo per evitare questo è trovare una persona che possa "indossare i panni" della ex. 

Il ragazzo ha anche specificato: "Non voglio nulla in cambio, non cerco compagnia, romanticismo, droga, uno scambio di favori o di farmi selfie con te davanti al mercatino di Natale a Praga".

Le risposte iniziano ad arrivare a partire da quella di una mamma canadese che ha scritto: "Ciao, Il mio nome è Liz (Elizabeth) Gallagher. Sono canadese ... Ma sono abbastanza vecchia da essere tua madre. Se non trovi qualcuno di più giovane sarei molto interessata. Le mie figlie di 23 e 25 anni mi hanno detto: 'fallo mamma' e avrebbero voluto chiamarsi come me"

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Sette nuovi modi per viaggiare meglio grazie alla tecnologia

Dal check-in in hotel con una app, alla reception dotata di stampante 3D: così le vacanze diventeranno più smart

I 7 modi di viaggiare più strani e incredibili

Dal treno subacqueo al dirigibile americano, una lista con qualche idea per affrontare un viaggio inusuale

Pagati per viaggiare (e fare selfie)

Un'agenzia di creativi ha offerto 1.500 dollari ai propri dipendenti per andare in vacanza in un posto dove non erano mai stati. In cambio? Tenere un blog del viaggio, con tanto di selfie

Commenti