Life

La felicità non vive in Italia

Il nostro Paese è solo cinquantesimo nella classifica dei posti dove si sta meglio al mondo

Felicità

Barbara Massaro

-

Italia, meta da sogno per i viaggiatori di tutto il mondo con i suoi paesaggi, il suo cibo, l'arte, la storia e la cultura. Viverci, però, è tutt'altra storia e trovare la felicità in un Paese sempre più aggrovigliato su se stesso è quasi impossibile.

Sono più felici di noi persino i cittadini di Uzbekistan, Nicaragua, Malesia che ci precedono nella classifica dei Paese più felici del mondo, il World Happiness Report, prodotto prodotto dal Sustainable Development Solutions Network (SDSN) e curato da John F. Helliwell della University of British Columbia e il Canadian Institute for Advanced Research, Richard Layard, direttore del Well-Being Programme presso LSE’s Centre for Economic Performance e Jeffrey Sachs, direttore del Earth Institute e SDSN

La Terra di Dante e Michelangelo è solo al numero 50 della graduatoria in una sorta di stagnazione emotiva da purgatorio.

Anche la Spagna pur con la sua crisi eterna se la passa meglio di noi e ci guarda all'alto della sua posizione numero 37, la Germania sta al numero 16, la Francia si colloca al 32, mentre più in alto si trovano Inghilterra, Brasile, Venezuela Costa Rica e Stati Uniti d'America. Fanalino di cosa, al numero 157, il Burundi che prende la corona di nazione più triste del mondo

Nessun Paese maditerraneo nè latino nella top ten guidata dalla Danimarca

 

Otto i fattori presi in considerazione del complesso studio Onu per valutare il grado di felicità e soddisfazione delle gente. Con un punteggio da uno a 10 sono stati valutati: ll Pil reale pro capite, il numero di persone su cui si può contare nel quotidiano, l'aspettativa di vita in buona salute, la libertà nel fare scelte di vita, la generosità, l'assenza di corruzione, la possibilità di divertirsi e, infine, le preoccupazioni. Le risposte degli italiani sono state tutte sotto la media della sufficienza (5,9), tranne per quanto riguarda le preoccupazioni.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Quante parole servono per descrivere la felicità?

Secondo alcuni studiosi la lingua inglese ha una gamma linguistica limitata per parlare delle emozioni positive dell'uomo

Il sentiero della felicità, la vita di Yogananda: estratto del film

Commenti