Barbara Massaro

-

A Luca non sono serviti voti alti, pagelle impeccabili e condotta perfetta per vincere il titolo di Alunno più buono dell'anno 2016, iniziativa patrocinata dal Ministero dell'Istruzione che ogni anno premia un solo allievo meritevole della targa.

Quest'anno è toccato a Luca, figlio del campione di paraciclismo Livio Raggino, un ex pasticcere che, nonostante la disabilità, non si è mai arreso e che ha trovato nel ciclismo la sua ragione di vita.

Con Livio c'è sempre Luca che, dall'alto dei suoi 8 anni, aiuta il padre, carica e scarica la bicicletta e lo segue in ogni tour.

Il piccolo frequenta l'Istituto Santissima Annunziata di Rivarolo Canavese, a Torino e il Ministro Stefania Giannini, ha inviato all'alunno un messaggio nel quale diceva: "Ciao Luca, mi hanno detto che sarai premiato come l'alunno più buono d'Italia. Non diventare timido se ti faccio i miei complimenti. A otto anni è un bel premio che ti incoraggia a rimanere anche da grande quello che oggi sei. Ho letto che aiuti sempre il tuo papà Livio prima di ogni gara, prima di ogni allenamento e che credi che tutti gli ostacoli si possono superare stando insieme".

Luca gode di uno speciale permesso che gli permette di uscire un po' prima il venerdì per mettersi in macchina e seguire il padre in giro per l'Italia.

A proposito della sua bontà il Ministro ha poi aggiunto: "E' un valore positivo, devi condividerlo con tutti i tuoi compagni, tutti i tuoi amici e anche i più grandi. Salutami i tuoi genitori, le tue maestre e i tuoi maestri e ringraziali sempre, anche da parte mia, perchè ti stanno insegnando a crescere".

E poi ha concluso: "Porta in classe ogni giorno questa tua gioia nell'aiutare gli altri e insieme lascerete un mondo migliore di come l'avete trovato. In bocca al lupo".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Inghilterra: la scuola discrimina gli italiani. Arrivano le scuse ufficiali

Il Foreign Office ha spiegato che la distinzione linguistica tra italiani e meridionali aveva lo scopo di aiutare gli stranieri nell'apprendimento della lingua, ma è stato mal interpretato

A scuola di futuro: il ministro Giannini e gli studenti in Mondadori-FOTO e VIDEO

In occasione di Panorama d'Italia, difende l'alternanza scuola-lavoro: riguarderà 1,5 milioni di ragazzi tra 2017 e 2018. "Qualità oltre alla quantità"

Stefania Giannini illustra l'alternanza "Scuola-Lavoro"

Commenti