Life

Curvy Pride, l'orgoglio delle donne formose a Bologna

Si è svolta la seconda edizione della manifestazione delle donne orgogliose del proprio corpo

Schermata 11-2456972 alle 15.46.37

– Credits: Twitter

Orgogliose di non essere perfette; fiere di quel corpo che, lontano dalla taglia "zero", ha "zero" paranoie per le sue forme e dimensioni. E' un grido di libertà e di voglia di riscatto da dogmi e stereotipi quello lanciato in occasione del secondo "Curvy pride" che si è svolto domenica 8 novembre a Bologna creato dalla blogger e imprenditrice curvy Marianna lo Preiato. Oltre 300 donne si sono riunite in piazza organizzando il "curvy mob" della bellezza. Grasse, magre, belle o brutte le ragazze che hanno partecipato all'evento hanno il comune denominatore di aver raggiunto la pace con se stesse.

 

Il curvy pride, però, è anche un grido per dire basta ai disturbi alimentari e una mano tesa per le giovani che vivono ogni giorno l'ossessione di non apparire come vorrebbero. Quest’anno l'evento è stato realizzato con l’obiettivo di sostenere la Onlus Fanep, che si occupa di aiutare i bambini e adolescenti che soffrono di disturbi del comportamento alimentare.

 E' il secondo anno che viene organizzato questo originale flash mod e la partecipazione si è triplicata. Lo slogan era "La bellezza non ha taglie" a guisa di manifesto del no a tutte le forme di stereotipi estetici che possono spingere alcune ragazze a cercare una perfezione che, oltre a non esistere, è anche inutile. Sorridenti e coperte dalla maglietta rosa delle giornata le curvy addicted hanno mandato il loro piccolo contributo alla grande causa della libertà dai dettami che impongono alle donne di essere sempre belle, toniche e perfette.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti