Gettyimages
Società

Il Cile mette al bando l'Happy Meal di McDonald's

Nella guerra all'obesità infantile vietata anche la vendita dell'ovetto Kinder

E' una guerra senza esclusione di colpi quella che il Cile sta combattendo per fronteggiare l'obesità infantile. Il Governo ha appena approvato una legge sull'etichettara, la Ley de Etiquetados, che è entrata in vigore lo scorso 27 giugno e che prevede la messa al bando di alimenti che contengano una quantità di grassi e zuccheri superiori a quelle stabilite dal Ministero della Salute.

Per questo ora nel Paese sono stati messi al bando gli Happy Meal di McDonald's, i pranzi ideati dal colosso del fast food per i più piccoli, e persino gli ovetti Kinder della Ferrero. Vietate anche la pubblicità e la promozione di questi alimenti.

Uovo KinderUovo Kinder (Credits: Gettyimages)

Secondo le nuove norme si considera sano un alimento che contiene meno di 800 milligrammi di sodio o il 22,5 per cento di zucchero (cioè pochissimi). Sugli scaffali dei supermercati i prodotti che superano questi livelli devono essere segnanti con una sorta di esagono nero e, per esempio a scuola, è vietato il consumo dei cibi con questa sorta di lettera scarlatta. Previsti anche corsi di educazione alimentare per i bambini.

Si tratta di una lotta senza quartiere che rischia di pestare i piedi alle grandi multinazionali del cibo e che potrebbe sollevare un potenziale polverone nel settore. Ferrero, ad esempio, ha già fatto sapere che: "Si riserva i diritti di attivare le istituzioni nazionali e internazionali per arrivare a una soluzione giuridica".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti