Max Biaggi ed Eleonora Pedron: la crisi è passata

I due si erano separati a maggio, ma ora sono di nuovo insieme -  Storia al capolinea 

Max Biaggi e Eleonora Pedron – Credits: Gettyimages

Barbara Pepi

-

"Non è che uno è intelligente perché sbaglia, uno si dimostra intelligente nel modo in cui ripara agli errori che commette". Con queste parole contenute nell'autobiografia Oltre e anticipate dal settimanale Chi, Max Biaggi rivela la fine della crisi con la compagna Eleonora Pedron, i due si erano separati, dopo dieci anni di unione e due figli - Inès Angelica e Leon Alexandre -  lo scorso maggio , qualche mese dopo il ritiro di Max dalle corse .

E' appena uscita l'autobiografia del campione di motociclismo, nella quale dedica pagine piene d'amore a Eleonora e racconta di come, dopo un difficile periodo lontani, ora sia tornato il sereno nelle loro vite. 

"Diciamo che, passati dieci anni, una crisi è normale. Quando capitano nessuno ne parla, poi, però, quando prendi singolarmente le persone e glielo domandi, allora ti senti rispondere: 'A me è successo, pure a me, pure a m'. Ora mi torna in mente quel 7 novembre, quando ho fatto quel tweet, la mattina alle sei, e ho scritto: 'Oggi è un'alba diversa, un giorno diverso'. Quel giorno mi ritiravo dalle corse ed Eleonora lo sapeva, mi ricordo che sono andato da lei e, ancora con il casco in testa, le ho detto delle frasi, le ho detto che mi faceva male, è stato un momento duro per me. E lei c'era".

L'ex Miss Italia è stata una compagna attenta e una mamma fantastica e ha anche permesso a Biaggi di riconciliarsi con sua madre dopo venti anni di gelo anche grazie al fatto di averla resa nonna. 

"Non è che lei abbia telefonato a mia mamma - ha spiegato il campione -  ma, diciamo la verità, se io mi sono riavvicinato a lei, il 90% del merito è suo. Io mia madre l'avevo congelata, per più di vent'anni era uscita dalla mia vita. Però, quando nascono i figli si apre uno spiraglio, viene fuori una parte fragile di te che è bella. Eleonora è stata brava, ha lavorato di fioretto, senza mai farmi sentire a disagio. Alla fine ci è sembrato normale chiamare mia mamma, iniziare un rapporto. Lei non aspettava altro, credo, da sempre."

© Riproduzione Riservata

Commenti