Justin Bieber: rehab per controllare la rabbia e 50.000 dollari in beneficenza

E' questa la condanna per le corse clandestine dello scorso gennaio a Miami

Justin Bieber – Credits: Gettyimages

Barbara Pepi

-

50.000 dollari da versare in beneficenza e frequenza obbligatoria di un corso che insegni a gestire la rabbia. Se l'è cavata così Justin Bieber al processo che lo vedeva imputato a Miami per corse clandestine a causa dell'episodio che lo scorso gennaio gli costò l'arresto dopo una notte brava in Florida alla guida della sua Lamborghini.

Decaduta l'accusa di guida in stato di ebbrezza, la pop star aspirante bad boy dovrà pagare alla giustizia "solo" il reato di corsa clandestina e sorpasso dei limiti di velocità.

A Miami si è appena concluso il processo e tutto sommato Bieber se l'è cavata con poco. Non è ancora finita però per l'indomita star amata dalle ragazzine: ora lo aspetta il processo a Toronto per aver aggredito l'anno scorso un autista e ancora a Miami dove un fotografo lo ha denunciato per averlo steso mentre cercava di scattare delle foto.

Poi, finalmente, avrà terminato con i tribunali sempre che, nel frattempo, non si metta di nuovo nei guai. 

© Riproduzione Riservata

Commenti