Diete al via per la prova costume

Aumentano le vendite di frutta, verdura, pesce: le donne si mettono a dieta per indossare il bikini

GettyImages/Michael Poehlmen

Stefania Fiorucci

-

Primi di maggio. Secondo uno studio di Asda, una delle quattro maggiori catene alimentari inglesi, questa è la settimana cruciale in cui una donna su quattro decide di mettersi a dieta in previsione della prova costume di luglio: con il risultato che le vendite di cibi sani e naturali si impennano.

Il motivo va ricercato nella quantità di fotografie di modelle in costume da bagno proposte dai giornali. Sfogliando una qualsiasi rivista, le donne non si sentirebbero all'altezza di quei corpi stupendi e deciderebbero di ridurre drasticamente il giro vita.

Obiettivo comune a tutte: perdere almeno cinque chili in due mesi. Un traguardo raggiungibile a patto che a maggio e giugno si seguano scrupolosamente poche, semplici ma ferree regole alimentari.

Pane, pasta, tutti i carboidrati "bianchi" in genere vanno banditi dalla tavola, o, se non se ne può proprio fare a meno, limitati alla quantità di 80 grammi al giorno e solo all'ora di pranzo. Drasticamente ridotti i condimenti: bene solo l'olio d'oliva che impedisce ai tessuti di perdere tonicità. Permesso un solo bicchiere di vino al giorno, preferibilmente durante il pasto serale. E poi movimento, tanto movimento, perchè bruciare calorie è l'unico vero metodo per dimagrire, oltre a quello di introdurne al massimo 1400 al giorno.

Ecco le diete adottate dalle celebrità per apparire in gran forma sulla spiaggia, in bikini, davanti ai fotografi.

La dieta Dukan. Questa dieta, se seguita alla lettera, consente di perdere fino a quattro chili nelle prime tre settimane, tra fase urto e fase di consolidamento. Altri chili si perdono nei 40 giorni successivi, fase di mantenimento, in cui possono essere riammessi alcuni dei cibi "proibiti". Nel metodo di Pierre Dukan a stretto regime sono concessi infatti solo 100 alimenti, 72 proteine e 28 verdure.

La dieta Atkins. Creata dal dottor Atkins negli anni '70, è una dieta che regola il metabolismo perchè l'eccesso di peso non sarebbe dovuto a una alimentazione troppo ricca ma a una scorretta assimilazione degli zuccheri. Il metodo è semplice: ridurre i glucidi per costringere il corpo ad attingere alle scorte di grasso, bruciandolo. Vietati quindi i farinacei, i legumi secchi, la frutta, i dolci e le bevande alcoliche. Permessi carne, pesce, frutti di mare, uova, latticini non zuccherati, burro olio e formaggi. La dieta Atkins permette di perdere dai 5 ai 12 chili in due mesi.      

La dieta Scarsdale. La Scarsdale Medical Diet permette di perdere 450 grammi circa al giorno durante un periodo compreso tra i 7 e i 14 giorni introducendo nell'organismo solo mille calorie al giorno. Dopo il primo periodo si passa a un programma di mantenimento di 15 giorni in cui si può mangiare un pò di più. Vietati gli spuntini, si mangia solo durante i pasti principali. Ancora 15 giorni di rigore e altri 15 di mantenimento, e il primo luglio la bilancia dovrebbe segnare un calo dai 5 ai 7 chili.

La dieta Dash. Questo regime alimentare, studiato per combattere l'ipertensione, ha come piacevole effetto collaterale quello di far perdere peso rapidamente. Per l'Associazione dei Medici Us New & World Reports questa dieta è considerata la più sana di tutte, in grado migliorare lo stato generale di salute e prevenire infarto e ictus. Si divide in due fasi: la prima nella cui si eliminano del tutto carboidrati e grassi; la seconda in cui si riducono le verdure ricche di amido per mantenere il peso raggiunto nella prima fase e per diminuire il colesterolo e il livello di zucchero nel sangue. In due mesi si perdono dai 5 ai 16 chili.

La dieta del Limone. Dedicata alle stoiche, permette di perdere chili e allo stesso tempo depurare l'organismo. E' stata ideata dalla dottoressa Martine André, convinta del fatto che una dieta funzioni veramente solo se prima si libera l'organismo dalle tossine. Per 10 giorni si bevono 10 bicchieri d'acqua al giorno a temperatura ambiente in cui sono stati sciolti 2 cucchiai di sciroppo di acero, 2 cucchiai di spremuta di limone e un pizzico di peperoncino di Cayenna. Poi si introducono zuppe di verdura, centrifughe di frutta, tisane, minestre in cui sono state tritate verdure, carne di pollo o di manzo, brodo di pesce e di carne. Si perde circa mezzo chilo al giorno e si riduce la capienza dello stomaco, ma che fatica!

© Riproduzione Riservata

Commenti