Dentro e Fuori il Salone

Una vera e propria maratona tra eventi, manifestazioni, feste e party  che vedono protagonisti i più noti architetti e designer. Ecco quelli  da non perdere - A Milano il mondo che abiteremo

Il FuoriSalone in Zona Tortona

Alessia Sironi

-

Dentro il Salone , ma soprattutto FuoriSalone! Certamente la maratona (non me ne vogliano i veri runner) della settimana milanese del design prenderà il via dalla famosa vela di Fuksas che sovrasta l’ingresso della fiera di Rho-Pero, ma sarà in città il vero e proprio “salotto”. Da qualche edizione ormai, Milano si trasforma in un grande party a cielo aperto con feste, eventi, installazioni e celebrazioni dedicate al grande protagonista della settimana: il design.

Se si frequentano i posti “giusti”, si rischia di imbattersi in famosi designer e architetti di grido e fama internazionale. E non stiamo parlando solamente di negozi di arredamento. Il Salone del Mobile coinvolge proprio tutta la città e gli oltre 500 eventi invaderanno gallerie, musei, boutique di prestigiose marche di moda e bellezza e store dell’arredo. Alcuni esempi? La coppia londinese Doshi Levien sarà ospite da Camper in via Montenapoleone e da 10 Corso Como con un’installazione e la nuova capsule collection; Jamie Hayon sarà invece da Fritz Hansen in Corso Garibaldi con la nuovissima poltrona Ro; Jean Nouvel e le sue sneakers Pure disegnate per Ruco Line si possono trovare in tutti i luoghi simbolo della moda; Patricia Urquiola in via Pontaccio presenterà le poltrone The revolving room; Giulio Cappellini sarà invece al Superstudio di via Tortona con uno spazio interattivo sui cambiamenti climatici; mentre Tomàs Alonso, il designer più sexy, realizzerà un’installazione in Galleria Vittorio Emanuele da Massimo Dutti. E questo, solo per citare i nomi più noti.

Il centro della città, così come la nuovissima Zona Tortona e la più tradizionale ed artistica Brera saranno quindi invasi dalla moltitudine di artisti e curiosi che si vorranno sentire protagonisti anche solo per un momento durante la settimana clou dell’anno. Anche il mondo della bellezza ha voluto partecipare al Salone del mobile con appuntamenti a tema: Diego Dalla Palma Professional inaugura il progetto Beauty&Design in via Madonnina  per interpretare il nuovo concept delle dayspa del brand; da Sephora, in Corso Vittorie Emanuele una nuvola di bolle colorate richiamerà l’attenzione dentro e fuori il negozio; mentre l’installazione più impegnativa, realizzata da due designer turchi, vedrà protagonisti oltre 30 mila rossetti firmati Deborah presso l’Università Statale.

Ma non è finita. Durante la Design Week l’ingresso ai musei civici milanesi sarà gratuito. L’iniziativa nasce dalla condivisione del progetto di valorizzazione delle eccellenze della città di Milano tra l’Assessorato alla Cultura, Moda, Design e Cosmit, società organizzatrice dei Saloni. L’obiettivo è quello di offrire al pubblico, in gran parte internazionale, che partecipa ai Saloni e alle molte manifestazioni previste in città l’opportunità di visitare e conoscere i musei di Milano e le loro importanti raccolte e collezioni artistiche, scientifiche e naturali.

A partire quindi dal 7 aprile e fino al 14, grazie a Cosmit il popolo del Salone, ma anche i cittadini milanesi e i turisti, potranno entrare gratuitamente in tutti i musei civici: Museo del Novecento, Museo Archeologico, Museo di Storia Naturale, Musei del Castello Sforzesco, Palazzo Morando, Acquario civico, Galleria d’Arte Moderna e Museo del Risorgimento.

© Riproduzione Riservata

Commenti