Renée Zellweger e il "De profundis" di Bridget Jones
Gettyimages
Renée Zellweger e il "De profundis" di Bridget Jones
Lifestyle

Renée Zellweger e il "De profundis" di Bridget Jones

Sul volto dell'attrice tanto botox e niente che ricordi il viso dolce del personaggio che l'ha resa celebre

Ci piaceva pensare a Bridget Jones che, coperta solo da un maglione, correva nella notte sotto alla neve a piedi nudi e con polpacci da ciclista per andarsi a prendere il suo Mark. Renée Zellweger, però ci piaceva anche mentre disegnava coniglietti animati in Miss Potter ed era perfetta nella veste di Roxie Hart in Chicago o accanto a Tom Cruise in Jerry Maguire per non parlare del ruolo che l'ha portata all'Oscar in Ritorno a Could Mountain. Ci piaceva sempre Renée: con i capelli biondi, il viso pulito e quella forza nata dalla naturalezza della sua espressione. Quella Renée, però, ora non c'è più.

Addio Bridget Jones

Al suo posto sul red carpet dei Elle Women in Hollywood Awards, a Beverly Hills è apparsa una donna di 44 anni strizzata in un mini dress nero con tacchi vertiginosi capelli sciolti e quell'espressione tirata di chi passa più tempo dal chirurgo plastico che dal panettiere. Era molto che la Zellweger mancava dalle scene e la sua mutazione racconta più di quanto lei dichiari. Dopo che i fans l'hanno vista così conciata ne hanno dette di tutti i colori tra tristezza e delusione, apprensione e perplessità.

"Sono solo più felice"

Renée, però, non dice di soffrire di una qualche forma di male oscuro che pare ad Hollywood vada per la maggiore, anzi. Non è depressa, non beve, non si droga: piuttosto sostiene di essere più felice che in passato. L'ha dichiarato proprio a Peolple per spegnere le polemiche seguite alla sua comparsa agli Elle Women in Hollywood Awards.

Al magazine l'attrice ha detto: "Sono contenta che la gente mi veda in modo diverso perché sto vivendo un periodo diverso: sono felice, la mia vita è più appagante e sono contenta che tutto questo risulti all'esterno".

Dura la vita da diva

Lavorare ad alti livelli, ad Hollywood, crea uno stress difficile da gestire e che rischia di mandare in corto circuito le persone. A proposito del passato, in questo senso, l'attrice ricorda: " Per molto tempo non sono stata bene, gli impegni erano troppi e il mio stile di vita non mi permetteva di prendermi cura di me stessa. E piuttosto che fermarmi, ho preferito continuare a correre finché non ce l'ho fatta più.

Ora però le cose vanno in maniera diversa: "I miei amici mi dicono che sono più tranquilla, i miei ritmi sono più lenti. Mi prendo cura della casa, al mio fianco ho una persona che mi ama (il fidanzato Doyle Bramhall, ndr), ho imparato cose nuove, sono davvero cresciuta".

Insomma, nessun dramma, solo il tempo che passa e la voglia di non sentire troppo il peso degli anni sul volto. "Mi dicono che sono cambiata - conclude - ma chi non lo è quando invecchia? Ma io sono diversa perchè sono felice".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti