Matera

"Presidente, mi spieghi": le risposte di Marcello Pittella

Il Governatore della Basilicata parla di politiche migratorie, investimenti, Pd, elezioni e lavoro senza sottrarsi alle domande dei cittadini - FOTO e VIDEO

Presidente_Basilicata_Marcello_Pittella

Antonella Piperno

-

Strade pulite, balconi ordinati, persone affabili, accoglienti e ospitali. Meraviglia dei Sassi a parte, è questo lo straordinario patrimonio di Matera, ha chiarito il direttore di Panorama Giorgio Mulè aprendo l’evento conclusivo di Panorama d’Italia, dedicato, come tradizione all’intervista al governatore, il presidente pd  della Basilicata Marcello Pittella.

 

Con Domenico Sammartino, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata, Mulè ha sollecitato Pittella sui temi della "restanza" e della “fuganza“ dalla Regione, la spinta dei giovani a rimanere nella loro terra, investendoci, o, al contrario, quella di fuggire verso il Nord.

“Io introduco un terzo concetto, che sta un po’ a metà, quello di “tornanza"“ ha chiarito Pittella. "Dobbiamo mettere i nostri ragazzi in condizione di andare a studiare e a formarsi in Europa e quindi tornare a investire le loro conoscenze qui". Sessant’anni fa Matera era la vergogna d’Italia e adesso è diventata un’eccellenza d’Italia".

Però per rappresentare l’Italia in Europa Matera ha bisogno di infrastrutture. "È stato già stilato il cronoprogramma con il Comune e il ministero delle Infrastrutture?" ha domandato Mulè: "Abbiamo chiesto l’accelerazione dei collegamenti ferroviari su Bari e Salerno e l’adeguamento della rete stradale Matera-Bari, oggi piena di interruzioni" ha risposto Pittella concordando con il Ministro alle Infrastrutture Delrio che la Matera-Ferrandina (il treno per ora si ferma inspiegabilmente lì) su gomma è più realistica del collegamento ferroviario.

Lavoro e ambiente

Accanto alle infrastrutture, il problema del lavoro: l’Istat ha annunciato 7 mila nuovi posti di lavoro ma c’è ancora un alto tasso di povertà, insieme al problema dello spopolamento. "La denatalità è legata all’insicurezza, il lavoro ha cambiato faccia, con la flessibilità che si è sostituita al posto fisso" ha commentato Pittella che si è detto "vocato all’ottimismo della volontà" e ha sollecitato i lucani a uscire dal pessimismo. "I nuovi 7mila posti di lavoro devono confortarci, non dobbiamo pensare che siano tutti legati alla ripresa del settore autobilistico, visto che di questi solo 2mila sono della Fiat". Per Pittella, insomma bisogna abbandonare il disfattismo, guardando invece agli indici di positività, all’ 8,7 per cento di incremento materano del turismo, alle mille iniziative sulle startup e sugli spin off.

Si parla di quindi di petrolio e dell’allarmismo ambientalista legato alle nuove trivellazioni. Pittella tranquillizza e conferma il suo asse con il governatore pugliese Michele Emiliano: "La posizione ufficiale della Regione è che oltre 154mila barili al giorno non si può andare, ora sono 80mila. Abbiamo respinto tutte le richieste che giacevano al dipartimento ambiente perché non sono sostenibili. Non vogliamo nuove trivelle nel mar Jonio".

La politica e il Pd

Si passa a Roma (Pittella la pensa come il ministro Graziano Delrio, il sindaco Marino "deve andare avanti se ha la maggioranza ed è in grado di governare") e alla politica nazionale: "Proprio oggi la stampa ha informato dell’inabissamento del grado di fiducia in Renzi e nel Pd" ha ricordato Mulè "anche lei qui percepisce un calo di consenso?". Pittella è schietto: "È evidente che l’approccio alle riforme non consegna il consenso. Ma io vado avanti, prendendomi il tempo necessario per recuperare poi il consenso, quando gli elettori capiranno il senso della mia battaglia. Non mi piace la politica che semplicemente tende la mano al cittadino". E a Sammartino che incalza ricordandogli come il Pd in Basilicata abbia perso prima Potenza e poi Matera risponde "Non cerco colpevoli, la verità è che in Basilicata come nel Pd nazionale, abbiamo due idee di partito diverse. E comunque ci devono preoccupare l’aumento del voto grillino, l’assenteismo, la grande esposizione mediatica di Matteo Salvini".

È la volta dunque del problema dei trasferimenti dei fondi governativi legati al Patto di stabilità e alle scuole: il governatore  informa che la Basilicata avrà 15 milioni di euro dal governo per gli interventi sugli edifici scolastici, e che esiste già una lista di scuole.

Le domande dei cittadini

Ma è con le domande del pubblico che si passa al tema caldo di questi giorni, l’immigrazione: Pittella si spende per la politica dell’integrazione, cita Papa Francesco: "Come si fa a non tendere la mano a mamme che sbarcano sulle nostre coste con i loro bambini? Io non me la sento di iscrivermi al partito di Salvini". Una cittadina le chiede l'adozione dei minori che sbarcano soli. "Sono padre di tre bambini adottati in Polonia, ma purtroppo c'è una legge nazionale sulle adozioni insuperabile. Ovvio che si debba cercare di migliorarla, soprattutto davanti a una simile emergenza". Da un lucano gli arriva l’invito a dimettersi dopo la condanna in primo grado per peculato su un disavanzo di 200 euro sul rendiconto di un conto al ristorante: "Non mi dimetto, devo rispettare chi mi ha votato. La giustizia farà il suo corso e quando sarò assolto la invito a chiedermi scusa".

© Riproduzione Riservata

Commenti