Politica

Scandalo Sanità nelle Marche, la verità di Ceriscioli

Come dichiarato a Panorama d'Italia, il governatore chiarisce su Facebook: "La Medlife non lavora più per la Regione. Ho fiducia nella magistratura"

panoramaditalia-macerata-ceriscioli

Chiara Degl'Innocenti

-

“Leggo dai giornali le notizie relative all’inchiesta sugli appalti della sanità. Ho già dato mandato al segretario generale di prendere tutti i provvedimenti necessari verso i dirigenti coinvolti per tutelare al massimo l'ente”. Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha ribadito su Facebook ciò che aveva affermato durante l’intervista rilasciata ieri al direttore di Panorama, Giorgio Mulè, e a Matteo Zallocco, direttore di Cronache Maceratesi nel corso di Panorama d’Italia a Macerata, rispondendo alle domande sull’avvio dell’inchiesta della procura di Ancona che coinvolgerebbe alcuni dirigenti della sanità marchigiana su presunti appalti pilotati.

Ceriscioli (Governatore delle Marche): "Cerchiamo partner per l'aeroporto" - FOTO


“Come ho ribadito anche ieri – prosegue, infatti, su Facebook - questa azienda (Medilife spa, la società di Roma al centro degli appalti contestati n.d.r.) non svolge più nessuna attività per la regione da settembre. Ho piena fiducia nel lavoro della magistratura e spero che tutte le posizioni vengano chiarite al più presto. Le persone coinvolte infatti hanno già chiesto di essere ascoltate dai magistrati per risolvere le singole posizioni”.

Solo poche ore prima aveva infatti sostenuto sul palco di Panorama d’Italia: “Ho chiesto al segretario generale della regione di mettere in atto azioni di cautela per evitare fraintendimenti. Io ho grande fiducia nella magistratura, le notizie sono scarne, non se ne capisce la portata. Chiedo solo che venga fatta chiarezza al più presto. Crediamo nella trasparenza e nella giustizia. Il nostro territorio è fatto di persone serie, di gente che lavora”.

© Riproduzione Riservata

Commenti