Politica

Elisabetta Trenta, una della casta

La vicenda della casa dell'ex Ministro della difesa è la prova di come ormai anche il M5S sia diventato ciò che voleva combattere

Elisabetta-Trenta

Maurizio Belpietro

-

La vicenda dalla casa dell'ex Ministro della Difesa, la grillina Elisabetta Trenta, è uno spaccato perfetto della politica di oggi. Soprattutto di come è cambiato il Movimento 5 Stelle. Tutti le hanno chiesto di andarsene e lei ha tenuto duro fino ad oggi. Di tutta questa storia la cosa più surreale era l’intervista in cui diceva che “non me una vado perché ho una vita di relazioni ed ho bisogno di spazio…”. Ma che cosa significa una frase del genere? Tutti abbiamo bisogno di spazio ed abbiamo una vita di relazioni, ma non facciamo pagare tutto questo allo Stato. “Non posso tornare al Pigneto perché ci sono gli spacciatori”, diceva… Questa frase è la dimostrazione reale e classica della "casta". Si ha una poltrona e si diventa casta, si pretendono tutti i vantaggi, compreso l'appartamento a prezzo ridicolo in centro a Roma a 540 euro al mese. Roba da monolocale di periferia.

E poi il discorso sul degrado. Con il suo atteggiamento la Trenta ci spiega come la gente comune può rimanere con gli spacciatori io che sono stata ministro invece voglio la casa in centro. Un ministro invece dovrebbe far qualcosa per mandare via gli spacciatori dai quartieri, non lasciarli alla gente comune ed andarsene a vivere in centro con una casa dello Stato, pagata da noi.

Tutta la vicenda è incredibile, anche la procedura con cui sono avvenute le cose. Questa casa viene assegnata a lei anche se ha un’altra casa in centro. Dopodiché, nel giorno in cui non viene riconfermata, avviene che il marito passa sotto un certo comando e quel comando dispone di assegnare in poche ore la casa, la stessa casa, al marito.

Ora voi pensate alla burocrazia italiana. Ci vogliono giorni, settimane per fare qualsiasi cosa, anche solo per trasferire un soldato semplice. Poi ecco che in poche ore un Capitano viene promosso Maggiore e gli viene data una casa nuova, in pieno centro a 540 euro al mese. In poche ore, mentre per una persona normale servono giorni, settimane per qualsiasi cosa: un documento, un trasferimento, un passaggio di proprietà. Qui sono bastata poche ore.

© Riproduzione Riservata

Commenti