Politica

Il Tar dà ragione a De Magistris (in attesa della Consulta)

Grida e gioia, a Palazzo San Giacomo, dopo la decisione del tribunale di rinviare gli atti alla Corte per decidere sulla costituzionalità della Severino

Dipendenti infedeli:il pugno duro di De Magistris

Il sindaco De Magistris – Credits: Ansa

La prima sezione del Tar della Campania, presidente Cesare Mastrocola, ha accolto il ricorso presentato da Luigi de Magistris contro il provvedimento del prefetto di Napoli che lo scorso primo ottobre lo aveva sospeso dalla carica di sindaco del capoluogo partenopeo in base alla Legge Severino. Il Tar ha deciso di inviare gli atti alla Consulta per non manifesta infondatezza della questione di legittimità costituzionale degli articoli 10 e 11 del decreto legislativo 235 e ha sospeso l'efficacia del provvedimento emesso dal prefetto fino alla Camera di Consiglio successiva alla decisione della Consulta.

La decisione è stata accolta da applausi e grida di gioia dall'ufficio del sindaco, a Palazzo San Giacomo, reintegrato ora nelle sue funzioni nonostante la condanna in primo grado per l'inchiesta Why Not. La sentenza era attesa da una settimana. Una settimana lunga quella di de Magistris che, nonostante il rinvio dei giudici, ha continuato a fare il sindaco 'di strada' come si è definito dopo il provvedimento di sospensione.

De Magistris condannato per Why Not
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

De Magistris condannato per Why Not

Un anno e tre mesi di reclusione al sindaco di Napoli e all'informatico Gioacchino Genchi, per l'inchiesta sulle intercettazioni in Calabria

Commenti