Politica

5 cose fatte dal Governo Conte-Salvini-Di Maio, Lega-M5S

Ecco i principali risultati del Governo gialloverde, dal Reddito di Cittadinanza a Quota 100, senza dimenticare i migranti

Governo-Conte-Salvini-Di-Maio

Il Governo Conte, il governo "gialloverde" quello composto da una delle maggioranze più inattese Lega-Movimento 5 Stelle ma l'unica possibile dopo le Elezioni Politiche 2018 ha portato a casa alcuni risultati che vanno comunque ricordati. Certo, il famoso "Contratto" di Governo sottoscritto dai due vicepremier, Salvini e Di maio, aveva anche altre proposte. Non tutto quello che era stato promesso è stato fatto, alcune cose però si.

Migranti e sicurezza

Di certo il primo evidente risultato è stata la drastica riduzione del numero di migranti sbarcati in Italia. Le battaglie anche legali con le navi delle Ong, il caso della Diciotti, Carola Rackete, sono episodi che raccontano la politica dei "porti chiusi" voluta fortemente dal leader della Lega. Un risultati di Matteo Salvini che ha portato a poche migliaia il numero dei migranti clandestini arrivati in italia rispetto alle centinaia di migliaia degli anni precedenti. 

1600834

Per quanto riguarda la sicurezza non si può non ricordare il "Decreto sicurezza bis" con l'inasprimento delle norme contro le navi delle Ong, e le nuove misure a favore delle forze dell'ordine.

Reddito di Cittadinanza

A fatica, con mille ritocchi rispetto alla versione originale prevista dal Movimento 5 Stelle, ma alla fine il Reddito di Cittadinanza è diventato realtà. Si trattava di una delle battaglie fondamentali dei grillini che non è ancora entrata a pieno regime ma di sicuro è una svolta a suo modo storica per il nostro paese. Criticatissima dalle opposizioni, e nemmeno troppo amata dalla Lega, alla fine il RdC si è dimostrato meno impattante del previsto sulle casse dello Stato.

Quota 100

L'altra battaglia del Governo Conte ha riguardato le pensioni; una modifica nata dalla lotta alla Legge Fornero (per Salvini una cosa a dir poco diabolica) e da sempre denominata Quota 100 (dove 100 sarebbe la somme di età e contributi di lavoro con la quale si può abdare in pensione. Ad esempio a 62 anni di età con 38 di contributi). Una manovra che negli intendi avrebbe anche garantito decine di migliaia di nuovi posti di lavoro.

Legittima Difesa

Matteo Salvini in prima persona si è da sempre battuto per la modifica delle norme sulla Legittima DIfesa. Norma che ora non contemplano più il principio della proporzionalità della difesa e che quindi vedono di fatto azzerarsi il reato di "eccesso" di legittima difesa. reagire, quindi, se aggrediti in casa propria o nel proprio negozio si può.

Decreto "Spazzacorrotti"

Il ddl Anticorruzione, rinominato “Spazzacorrotti”  prevede il cosiddetto “Daspo a vita” per i corrotti, la figura dell’agente sotto copertura, l’utilizzo di trojan per le intercettazioni. Il provvedimento, inoltre, stabilisce che non sia punibile chi ha commesso i reati di corruzione se li denuncia volontariamente; se fornisce indicazioni utili e concrete per assicurare la prova del reato e per individuare gli altri responsabili. Sono inoltre previste norme più stringenti su partiti e movimenti politici: sarà obbligatorio rendere pubblici sul sito internet del partito o del movimento politico i dati di chi eroga contributi superiori nell’anno a 500 euro a partiti o movimenti politici nonché alle liste di candidati alla carica di sindaco partecipanti alle elezioni amministrative nei comuni con popolazione superiore a 15mila abitanti. 



© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965