Giorgio Perlasca, l'omaggio di Israele in un concerto
Wikimedia Commons
Giorgio Perlasca, l'omaggio di Israele in un concerto
Musica

Giorgio Perlasca, l'omaggio di Israele in un concerto

Una composizione orginale scritta dal maestro Moshe Zorman in onore dell'italiano che salvò oltre 5000 ebrei dai nazisti

Giorgio Perlasca riceve l'omaggio di Israele. Salvò più di 5000 ebrei fingendosi console spagnolo in Ungheria durante la Seconda Guerra mondiale.

E domani, 10 dicembre 2014, la "Sinfonietta Orchestra di Raanana" (vicino Tel Aviv) interpreterà, alla presenza del figlio Franco e di sua moglie, "His Finest Hour", composizione originale del maestro Moshe Zorman, scritta in onore del grande italiano che Yad Vashem ha nominato "Giusto tra le nazioni".

Il concerto per Perlasca - sponsorizzato dall'Istituto italiano di cultura di Tel Aviv diretto da Simonetta De Felicis e da Piergaetano Marchetti presidente della Fondazione Italia/Israele per la Cultura e le Arti - è un omaggio alla "memoria di un uomo e ai suoi atti".

Fino a pochi anni prima della morte (avvenuta nel 1992), anche per il carattere schivo e riservato di Perlasca, pochi seppero della sua storia.

Nel 1987, poi, un gruppo dei "suoi ebrei" riuscì a ritrovarlo e fece conoscere la verità.

La storia di Perlasca e del salvataggio degli ebrei è stata mirabilmente raccontata da Enrico Deaglio ne La banalità del bene,  pubblicato da Feltrinelli.

Il concerto di domani - che in cartellone ha anche altre opere musicali - vedrà la partecipazione di Matteo Liuzzi, primo contrabbasso della Fenice di Venezia. L'opera scritta dal maestro Moshe Zorman è ispirata alla poesia "Per non dimenticare" di Primo Levi. (ANSA).

I più letti