Ansa
Musica

Bruce Springsteen: trionfo a Milano: La scaletta e i video di San Siro

Per il sesto concerto allo stadio milanese sono accorsi 60.000 spettatori, esaltati da una maratona rock di quasi 4 ore e 35 canzoni

I concerti sono in supporto del tour di The River, il capolavoro del 1980 ripubblicato a dicembre

I live di Bruce Springsteen, per durata e per intensità, non sono semplici concerti, ma vere e proprie celebrazioni laiche del potere salvifico del rock, di cui il cantante del New Jersey è l’indiscusso sciamano.

E’ ormai una piacevole consuetudine attendersi da Springsteen e dalla sua trascinante E Street Band una cavalcata rock, attraverso quattro decenni di successi, ben superiore alle tre ore, addirittura quasi quattro(per la precisione, 3 ore e 45 minuti), come nell’incredibile concerto di ieri sera allo Stadio San Siro, dove si è esibito per la sesta volta in 31 anni davanti a 60.000 spettatori entusiasti.

Nel pomeriggio Bruce ha fatto un graditissimo regalo agli spettatori milanesi che lo aspettavano da ore(alcuni da giorni)con un’intensa versione in acustico di Growin’ up: è stato il primo pre-show in assoluto del nuovo tour.

I concerti sono in supporto del tour di The River, il capolavoro del 1980, ripubblicato lo scorso dicembre in un ricco cofanetto intitolato The ties that bind: The River Collection”, ricco di inediti e di rarità, ma la setlist, inaugurata da Land of hope and dreams, ha spaziato sapientemente lungo tutta la monumentale discografia di Springteen, con alcune cover da brividi.

Non esistono due concerti del Boss uguali, perché ogni volta la scaletta è diversa, in modo da rendere ogni sua esibizione un evento unico e irripetibile. Vediamo quali brani ha suonato a San Siro e alcuni video che restituiscono le emozioni vissute ieri dai 60.000 fortunati spettatori. [Cliccare su Avanti]

Setlist di San Siro, Milano

Pre-show, da solo, in acustico:

- Growin' up

 

Concerto:

- Land of Hope and Dreams

- The ties that bind

- Sherry Darling

- Spirit in the Night

- My Love Will Not Let You Down

- Jackson Cage

- Two hearts

- Independence day

- Hungry heart

- Out in the Street

- Crush on You

- Lucille (cover di Little Richard, prima esecuzione nel "The river tour 2016")

- You Can Look (But You Better Not Touch)

- Death to My Hometown

- The River

- Point Blank

- Trapped (cover di Jimmy Cliff)

- The promised land

- I'm a Rocker

- Lucky Town

- Working on the Highway

- Darlington County

- I'm on Fire

- Drive All Night

- Because the Night

- The Rising

- Badlands

 

Bis 1:

- Jungleland

- Born in the U.S.A.

- Born to run

- Ramrod

- Dancing in the Dark

- Tenth Avenue Freeze-Out

- Shout (cover degli Isley Brothers)

 

Bis 2:

- Thunder Road (da solo, in acustico)

 

Growin'up

The River

Badlands

Drive all night

Because the night

Hungry heart

Sherry darling

Lucky town

Ti potrebbe piacere anche