Redazione

-

"Gli Stati Uniti hanno identificato potenziali preparativi per un nuovo attacco con armi chimiche" da parte del regime del presidente siriano Bashar al-Assad, che comporterebbe una strage di civili, compresi innocenti bambini, come è avvenuto lo scorso 4 aprile.

- LEGGI ANCHE: Siria, la crescente brutalità della guerra è un pericolo per il mondo intero

Lo rende noto la Casa Bianca avvertendo Assad che se condurrà un altro attacco con armi chimiche "pagherà un caro prezzo". Le attività "sono simili ai preparativi del regime prima dell'attacco" dello scorso aprile, si sottolinea la Casa Bianca in un comunicato. "Come abbiamo dichiarato in precedenza - prosegue la nota - gli Stati Uniti sono in Siria per eliminare lo Stato Islamico".

- LEGGI ANCHE: Siria, una nave militare russa contro l'attacco Usa - FOTO e VIDEO

Dopo la strage di civili siriani dello scorso aprile, il presidente americano Donald Trump ordinò un raid missilistico contro la base da dove erano partiti gli aerei con le bombe chimiche.

- LEGGI ANCHE: Siria: perché è il momento di cacciare Al Assad

"Se vi saranno altri attacchi contro il popolo siriano sarà accusato Assad ma anche la Russia e l'Iran che lo sostengono nell'uccidere la propria gente", ha dichiarato l'ambasciatrice americana all'Onu, Nikki Haley, dopo il comunicato diffuso dalla Casa Bianca.

- LEGGI ANCHE: Siria, raid aereo Usa contro milizie filo-Assad

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Siria, attacco con i gas: l'impotenza dell'Onu e l'ira di Trump

Mosca difende Assad, bloccando la risoluzione contro il regime siriano. Gli Stati Uniti cambiano rotta e minacciano un intervento "per proprio conto"

Siria, la guerra con i gas sui civili

Israele: "è stato Assad". Putin continua a difenderlo. 86 - tra i quali 30 bambini e 20 donne - le vittime dell'attacco chimico a Khan Shaykhun

Attacco Usa in Siria: la reazione della Russia

"L'Isis applaude", tuona Mosca. "È un'aggressione contro uno Stato sovrano". Chiesta una riunione urgente del Consiglio di sicurezza Onu

Attacco Usa in Siria, la condanna di papa Francesco

"A una strage non si risponde con un'altra strage", le parole dalla Santa Sede. Il cardinal Comastri: "L'Onu non esiste più, il dialogo è sconfitto"

Perché Trump ha attaccato la Siria, e cosa succederà adesso

Washington dice al mondo che gli Usa sono una superpotenza. Nelle incognite delle relazioni con Mosca il futuro della guerra e del paese. Che farà l'Isis?

Siria: la strage dei bambini

126 vittime di cui 68 bambini uccisi dal pick-up bomba in un campo profughi sciita a Rashineen. Erano pronti per essere evacuati

Commenti