obama_out
Esteri

"Obama out": l'addio del presidente ai giornalisti nel segno di Kobe Bryant

Con tanta ironia, e qualche feroce battuta su Trump, Barack ha animato la cena con i corrispondenti della Casa Bianca - il video "Couch commander"

Da Donald Trump a Kobe Bryant, passando per il principino George, in un'incalzare di battute degne del miglior David Letterman Show, andato "in pensione" giusto un anno prima della fine del suo mandato: così Barack Obama ha animato la serata con 3 mila invitati organizzata come ogni anno dalla "White House Correspondents' Association" per quella che è stata anche l'ultima cena ufficiale del n°1 degli Stati Uniti con i giornalisti che ne hanno seguito da vicino gli otto anni di presidenza.

La politica estera secondo Trump
Al centro del discorso di Obama non potevano ovviamente che esserci le imminenti elezioni per designare il suo successore. Dopo un auto-ironico "Passerò da comandante in capo a comandante del divano (concetto ripreso nello spiritoso video diffuso dalla stessa Casa Bianca che vedete qui sotto, ndr)", il presidente uscente ha azzardato un pronostico a favore di Hillary Clinton, senza risparmiare qualche velenosa frecciata a Donald Trump.


"Cosa farà in questo momento? È a casa a mangiare una bistecca alla Trump, magari twittando insulti ad Angela Merkel?", ha chiesto alla platea Obama. Che, dopo averle innescate, ha quindi scatenato le risate in sala da consumato attore con una seconda e conclusiva battuta riservata al candidato repubblicano, riferendosi al suo passato di organizzatore del concorso di Miss Universo: "Dicono che Donald non ha l'esperienza in politica estera necessaria a essere presidente. Ma in tutta franchezza ha trascorso anni a incontrare leader di tutto il mondo: miss Svezia, miss Argentina, miss Azerbaigian...".

Il piccolo principe
Con tono decisamente diverso l'ironia del presidente si è quindi spostata sulla recente visita ufficiale in Inghilterra con la moglie Michelle per omaggiare tra l'altro la Regina Elisabetta II in occasione dei suoi 90 anni: "La scorsa settimana il principe George si è presentato al nostro incontro in vestaglia. È stato uno schiaffo. Una chiara rottura del protocollo", ha ricordato Obama, riferendosi alla foto distribuita ai media dalla casa reale britannica a immortalare la stretta di mano tra Barack e il bis-nipote di Sua Maestà, in procinto di andare a nanna, in occasione della cena del 22 aprile a Kensington Palace.

L'addio alla Kobe
Come noto grandissimo appassionato di basket, Obama ha poi chiuso il suo intervento ispirandosi a Kobe Bryant, il fuoriclasse dei Los Angeles Lakers che proprio lo scorso 13 aprile ha giocato la sua ultima partita nell'Nba realizzando 60 punti. "Ho solo altre due parole da dire: Obama out", ha infatti chiuso il presidente prima di far cadere platealmente il microfono, ispirandosi al "Mamba out" con cui Kobe ha salutato per l'ultima volta i suoi tifosi.

© Riproduzione Riservata

Commenti