Esteri

Kobane, i miliziani curdi rimuovono la bandiera dell'Isis

Su Twitter le foto degli abitanti di Kobane indicano la rimozione dalla colline alle porte della città della bandiera-simbolo dello Stato islamico

Schermata 2014-10-14 a 13.28.58

Redazione

-

Le milizie curde dello Ypg, le Unità di protezione del popolo, hanno rimosso la bandiera dello Stato islamico issata la scorsa settimana dai qaedisti su una collina alle porte di Kobane, città curdo-siriana al confine con la Turchia. A testimonianza dell'azione, ci sono le foto pubblicate su Twitter da residenti locali.

Lo scorso fine settimana l'organizzazione curda aveva organizzato una controffensiva contro lo Stato islamico, che tiene Kobani sotto assedio da oltre tre settimane.

I miliziani curdi sarebbero riusciti nelle ultime ore a respingere le forze islamiche di circa 4 km verso est e ad espellere i combattenti qaedisti da diversi quartieri della città, riprendendo il controllo del villaggio di Tilshahir, quattro chilometri a ovest della città.

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Il popolo di Twitter si schiera con #Kobane

Messaggi di solidarietà, ma anche tweet dalla zona degli scontri: social mobilitati per la città curda e il destino della sua gente

Isis alle porte di Kobane: sarà la Turchia a difendere la città

Il governo di Ankara si impegna a fronteggiare i jihadisti. Dura reazione dell'Iran al possibile intervento turco

Kobane e il cinismo turco-occidentale

Ankara e Washington non si amano e non condividono gli stessi obiettivi nella guerra. A pagarne le conseguenze è, anzitutto, il popolo curdo

Ma Kobane non interessa a nessuno

Nonostante i raid Washington non la considera strategica e Ankara teme un'infiltrazione del Pkk: il destino della cittadina siro-turca è segnato

La presa di Kobane e il dilemma di Ankara

Stretta tra il timore del Pkk e quello dell'Isis, la Turchia frena sulle basi e dice no a un corridoio lungo il confine: ecco perché

Commenti