Redazione

-

Immediatamente dopo la diffusione della notizia dell'attacco alla deputata britannica Jo Cox, uccisa a colpi d'arma da fuoco dal neonazista Thomas Mair al grido di "Britain First" (Prima la Gran Bretagna), sono iniziati i tributi alla deputata laburista, da sempra attiva sui diritti umani e sulle problematiche di migranti e rifugiati e in prima fila nella campagna referendaria per il "remain" inglese nell'Unione Europea, temporaneamente sospesa dopo l'assassinio. 

Chi era Jo Cox, speranza del Labour con la passione per i diritti umani

Gli amici, i sostenitori e la popolazione hanno iniziato a portare fiori, candele, bigliettini e altri omaggi a Birstall, nel luogo dove è avvenuto l'assassinio, ma anche di fronte al Parlamento di Londra, che in segno di lutto ha esposto le bandiera nazionali a mezz’asta.

Il leader del suo partito, Jeremy Corbin, è stato fra i primi a recarsi sul luogo dell'assassinio per renderle omaggio e anche il premier conservatore, David Cameron, ha salutato la battagliera parlamentare, affermando: "Abbiamo perso una stella nascente". Anche i principali attori della campagna per la "Brexit", dall'ex sindaco conservatore di Londra, Boris Johnson, al leader populista Nigel Farage hanno espresso le loro condoglianze su Twitter.

Presso la chiesa di S. Peter di Birstall, nel collegio elettorale uninominale dove Cox era stata eletta poco più di un anno fa, è stata organizzata una veglia funebre in memoria della donna.

I ministri socialisti europei dell'Economia, riuniti in sede di Partito Socialista Europeo (per l'Italia presente Pier Carlo Padoan), hanno osservato stamane un minuto di silenzio in piedi, in memoria della deputata che "ha speso la sua vita per la democrazia contro la violenza". 


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La morte di Jo Cox: si ferma la campagna referendaria in Inghilterra

Una parlamentare laburista è stata uccisa a Leeds al grido di Britain First! da un uomo di 52 anni già arrestato dalla polizia

Jo Cox, la Polizia arresta l'omicida | video

Chi era Jo Cox, speranza del Labour con la passione per i diritti umani

La deputata 41enne assassinata giovedì era impegnata contro la Brexit e per le politiche di accoglienza dei rifugiati. Era stata dirigente di Oxfam

Commenti