Germania, Frauke Petry, leader di AFD
Esteri

I populisti dell’Afd "vergogna per la Germania"

Il Congresso mondiale ebraico attacca il partito di estrema destra guidato da Frauke Petry: è contro la "cultura della memoria dell’Olocausto"

"Una vergogna per la Germania": è un attacco durissimo quello che il congresso ebraico mondiale ha rivolto al partito della destra nazional-populista dell'Afd (Alternative fuer Deutschland), guidato da Frauke Petry.

In un'intervista alla Welt, il presidente del congresso ebraico, Ronald Lauder, ha ribadito di sperare che l'Afd "sparisca rapidamente dalla scena politica tedesca". Certo, ora e' troppo tardi per ignorare la formazione populista, dice Lauder, "ma è fatale che un partito del genere sia sostenuto dal 10% dei tedeschi".

- LEGGI ANCHE: Che cos'è il populismo e come si riconosce
- LEGGI ANCHE: Su DW - Many in AfD 'have an anti-Semitic view of the world' 
- LEGGI ANCHE: BBC - German fury at AfD Hoecke's Holocaust memorial remark

In particolare, Lauder si è scagliato contro il capo di Alternative fuer Deutschland in Turingia, Bjorn Hoecke, che in un discorso a Dresda aveva definito "un monumento alla vergogna" il progetto di memoriale dell'Olocausto, criticando proprio la cultura della memoria della Germania: come a dire "basta vergognarsi del Terzo Reich".

In un'intervista al Wall Street Journal, Hoecke aveva poi sostenuto che fosse sbagliato definire Hitler "il male assoluto". Per il presidente del Congresso ebraico mondiale, il leader dell'Afd in Turingia "non avrebbe mai dovuto essere intervistato: è sembrato l'avvocato di Hitler.

È chiaro che la Afd cerca di ingraziarsi quelli dell'estrema destra. Ma gioca col fuoco". In tema antisemitismo, Lauder ha ribadito che "gli ebrei sono sicuri in Germania, e sarà così anche in futuro", ma che al tempo stesso il paese debba fare di piu' su questo fronte, per esempio impedendo ad un partito dell'Afd "di partecipare al discorso politico".

Il fatto che sempre meno persone si interessino dell'Olocausto, “è un trend pericoloso". Aggiunge Lauder che "lo dobbiamo alle prossime generazioni che la storia dei sopravvissuti venga ancora ascoltata. In questo la Germania ha un ruolo prioritario".

Negli ultimi sondaggi, la Afd è calato sotto il 7% dei consensi, dopo che l'anno scorso aveva raggiunto nelle elezioni alcuni Länder (tra cui il Meclemburgo e Berlino) risultati a doppia cifra.

Grande anche la spaccatura sul caso del leader della Turingia, nei confronti della quali i vertici della formazione hanno avviato un procedimento di espulsione che però viene avversato da buona parte del partito.

Alcuni osservatori, oltre allo stesso Hoecke, hanno evocato la possibilita' di una spaccatura del partito. (Agi)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

In Europa è allarme "populismo"

Anche il socialista Schroeder tra gli "eurocritici" con il premier Renzi in una retorica che teme i partiti che dicono di difendere la sovranità popolare

Commenti