Marina Jonna

-

Suona come una minaccia la cancellazione della visita del segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon in Corea del Nord, unita al comunicato emanato oggi in cui il regime di Pyongyang assicura di essere in grado di miniaturizzare le armi nucleari, un progresso che gli permetterà di installare le testate atomiche sui suoi missili.

Lo ha reso noto infatti , in un comunicato, l'agenzia di stampa ufficiale, Kcna. Dal 2006 il regime nordcoreano ha realizzato tre test nucleari, ma fino a oggi non aveva dimostrato di essere capace di miniaturizzare le bombe per installare le testate sui missili.

Ecco il testo della nota diramata: "E' da tempo che abbiamo cominciato a miniaturizzare e diversivare i nostri strumenti di attacco nucleare" e prosegue" La tecnologia nordcoreana è arrivata a un punto in cui e' garantita la massima precisione, non solo per i missili a corto e medio raggio, ma anche per i missili a lungo raggio. Noi non nascondiamo questo dato".

La Commissione Difesa Nazionale, la più alta autorità militare nel Paese, presieduta dal dittatore Kim Jong un, ha anche criticato gli Usa per aver condannato quello che Pyongyang aveva presentato come un lancio di prova di un missile balistico da un sottomarino, in violazione delle risoluzioni delle Nazioni Unite.

La cancellazione all'ultimo minuto della visita del segretario generale delle Nazioni Unite, si inserisce dunque in un quadro che appare sempre più minaccioso.

Ban Ki-moon lo ha fatto sapere nel corso di un discorso a Seul. "Nelle prime ore della mattina - ha spiegato - le autorità della Repubblica popolare democratica di Corea ci hanno informato, attraverso i loro canali diplomatici, che avevano rivisto la decisione di farmi visitare il complesso industriale di Kaesong". Ban ha quindi aggiunto che "non è stata data spiegazione a questo cambiamento dell'ultimo minuto".

Si sarebbe trattato della terza visita di un segretario Onu in carica nel Paese asiatico. La prima da quella del 1993 di Boutros Boutros-Ghali. 


© Riproduzione Riservata

Commenti