Edoardo Frittoli

-

Josè Mario Bergoglio nasce  Buenos Aires 78 anni fa, figlio di un ragioniere piemontese e di una casalinga. Diplomatosi come tecnico chimico, nel marzo 1958 entra in seminario con la Compagnia di Gesù. Si laurea successivamente in filosofia. Inizia la carriera di insegnante prima a Santa Fé, quindi di nuovo a Buenos Aires nel collegio gesuita del Salvatore.

L'ordinamento sacerdotale giunge il 13 dicembre 1969. Quattro anni più tardi diviene Provinciale dei Gesuiti argentini. Negli anni 70 e 80 prosegue la docenza in collegi e università, e nel 1986 è in Germania per la tesi dottorale. Verso la fine degli anni '80 è trasferito a Cordoba, dove svolge la funzione di confessore e direttore spirituale.

La carriera vescovile comincia nei primi anni '90. Bergoglio è aiutante dell'arcivescovo di Buenos Aires Quarracino. Nel 1993 è Vicario Generale. Alla morte di Quarracino, è nominato Arcivescovo di Buenos Aires. E' il 28 febbraio 1998.

Papa Giovanni Paolo II lo crea Cardinale nel Concistoro del 21 febbraio 2001 e tra il 2005 e il 2008. Al conclave seguito alla morte di Woityla non è eletto per pochi voti, andati all'ultimo scrutinio al Cardinale Ratzinger, futuro Papa Benedetto XVI.

Durante la carica arcivescovile nella capitale argentina, diviene una figura estremamente popolare e amata. Fautore dell'evangelizzazione, dell'assistenza sociale e della partecipazione del laicato alla missione della Chiesa, si fa promotore di comunità aperte e di un vasto programma di assistenza e carità.

Quando Benedetto XIV annuncia di voler rinunciare al Pontificato, Josè Mario Bergoglio viene eletto papa la sera del 13 marzo 2013.
È il primo papa giunto dalle Americhe. Il 266° Papa della Chiesa cattolica e Vescovo di Roma.

© Riproduzione Riservata

Commenti