Esteri

Carceri piene? La Norvegia affitta un penitenziario di lusso in Olanda

Sovraffollamento carcerario: gli oltre mille detenuti in eccesso saranno trasferiti (non senza polemiche) nella prigione olandese di Norgerhaven

carceri

– Credits: GETTY IMAGES

 L'amministrazione penitenziaria norvegese è stata costretta ad affittare una prigione nei Paesi Bassi per sistemare i più di mille detenuti in eccesso nel Paese nordico. Un primo gruppo di 25 carcerati è stato inviato nella prigione olandese di Norgerhaven, considerata un penitenziario di 'lusso' e all'avanguardia, dove domani è prevista una cerimonia alla presenza dei ministri della Giustizia dei due Paesi per il passaggio di consegne e l'insediamento del nuovo direttore norvegese, Karl Hillesland.

Se Oslo ha così risolto il problema sovraffollamento (va detto che in Norvegia i detenuti vivono spesso in celle singole), l'affitto del carcere di Norgerhaven ha suscitato aspre proteste da parte dei carcerati olandesi, sfrattati da quelle che i media locali hanno definito "celle lussuose", spesso affacciate su bei panorami e dove si può cucinare e persino piantare verdure in un proprio orticello. "È una prigione molto comoda e piacevole", ha confermato alla tv pubblica norvegese uno dei detenuti trasferiti, Kenneth Vimme, che sta scontando una pena di 17 anni per omicidio e si è offerto volontario per il 'trasloco'. In una prima fase verranno spostati 112 prigionieri; di questi 79 sono volontari.

Alla fine, la struttura di Norgerhaver dovrebbe ospitare 242 detenuti 'norvegesi'. Un'altra prigione è  stata affittata in Belgio. Al momento della liberazione, tutti verranno rimpatriati in Norvegia. La trovata ha comunque scontentato molte associazioni di familiari dei carcerati, costretti ora a effettuare lunghi viaggi per andare a trovare i loro cari. 

© Riproduzione Riservata

Commenti