Esteri

Chi è Annegret Kramp-Karrenbauer, AKK: la mini Merkel erede della cancelliera

Pragmatica e popolare come la sua mentore, è stata scelta come segretaria generale della Cdu. Il trampolino verso la guida della Germania?

Annegret Kramp-Karrenbauer

Simona Santoni

-

55 anni, madre di tre figli, donna forte e molto popolare, Annegret Kramp-Karrenbauer sembra essere il futuro della Cdu, l'erede di Angela Merkel, di cui molti cantano l'inizio del declino, dopo che ha dovuto ricorrere a una grande coalizione con i socialdemocratici della Spd per formare un nuovo governo, a quattro mesi dalle elezioni del 24 settembre

Chiamata anche con l'acronimo AKK, ma anche "Mini Merkel", prima donna a capo del governo del Saarland, Kramp-Karrenbauer è stata scelta dalla cancelliera come nuova segretaria generale della Cdu, sostituta di Peter Tauber, che si dimette perché malato, dopo un mandato debole, in una fase delicata del partito. 

Annegret Kramp-Karrenbauer sarà proposta al congresso della Cdu e votata per il suo nuovo ruolo il 26 febbraio. Conosciamola meglio. 

Gli albori nella politica

Classe 1962, proveniente da una famiglia cattolica conservatrice, laurea in Giurisprudenza e master in Scienze politiche, nella sua ascesa Annegret Kramp-Karrenbauer si è conquistata ogni traguardo passo a passo.

Ha iniziato come giovane consigliera comunale nella sua cittadina di Püttlingen, nel sud-ovest della Germania, vicino al confine con la Francia. Nel 1990 è stata consulente di Peter Müller, capo del gruppo parlamentare della Cdu e presidente nel Saarland. Del suo Land è stata, appena trentenne, ministra dell'Interno, quindi responsabile del dicastero per la Famiglia e il Lavoro. "Non c'è compito che non possa essere affidato ad Annegret", ne ha tessuto le lodi Müller.

È succeduta proprio a Müller nel 2011 come governatrice del Saarland. Si è confermata presidentessa nel 2017, quando a sorpresa ha sbaragliato i socialdemocratici di Martin Schulz con un fragoroso 40%. Questo successo l'ha fatta molto apprezzare nel suo partito, visto che ha sorretto la posizione nazionale della Cdu prima del voto federale del 24 settembre.

La stima di Angela Merkel 

Kramp-Karrenbauer è vista con rispetto nel partito cristiano-democratico tedesco per il suo approccio serio e concreto al fare politica. 

Ha stupito positivamente Angela Merkel quando, a gennaio, dopo un incidente d'auto, ha continuato a lavorare ai negoziati per la grande coalizione dal suo letto d'ospedale.
È stata la stessa Annegret a proporsi ad Angela come segretaria generale: "Sono rimasta impressionata dall'idea", ha detto la cancelleria. 

AKK ha la stima di Angela: "Ci conosciamo da molto tempo e ci fidiamo molto l'una dell'altra, anche se ognuna ha la sua testa", è la benedizione di Frau Merkel, che l'ha preferita come segretaria generale della Cdu a Jens Spahn, 37enne conservatore stella nascente del partito.

Kramp-Karrenbauer ricoprirà il ruolo che un tempo è stato della stessa Merkel, anche se per un attimo la cancelliera se l'è dimenticato: "La prima donna ad occupare questa posizione nel partito", ha infatti detto alla stampa di Berlino, per correggersi qualche istante dopo, quando si è resa conto che il privilegio del primato fosse in realtà toccato a lei, vent'anni fa: "Ah? no. In effetti è la seconda! Questa è stata proprio una defallance".

Le affinità con Angela Merkel

AKK, così come la Merkel, è una donna determinata e popolare. È una delle figure più popolari in Germania, anche se non ha mai lasciato la provincia, il piccolo stato federato del Saarland. 

Come la cancelliera, sa conquistare il favore della gente comune. Le ha fatto guadagnare molte simpatie uno sketch a una festa di carnevale di alcuni anni fa, quando si presentò vestita da donna delle pulizie e scherzò in dialetto dicendo: "Sempre solo far le pulizie nel Saarland, che noia".


Con la Merkel condivide tenacia e pragmatismo. Come la cancelliera, rappresenta il volto più "moderno" della Cdu e può essere apprezzata anche dagli elettori socialdemocratici. Questo potrebbe aprire il fianco all'ala destra del partito cristiano-democratico tedesco, anche se finora AKK coglie ampi consensi anche tra i più conservatori:
 "Raramente c'è stato un accordo così grande sulla scelta di una persona", si legge sulla Bild.

La linea politica di Annegret

Cattolica praticante dai costumi liberali, Kramp-Karrenbauer è ritenuta una politica concreta, non sposata a nessuna particolare ideologia. Da non dimenticare però il suo lato conservatore: ha votato contro i matrimoni gay quando la sua mentore Angela Merkel lasciò libertà di scelta

Ha anche preso le distanze dalla controversa politica sui rifugiati della Merkel, ma non con la stessa fermezza di alcuni suoi rivali: una mossa accorta che potrebbe aver contribuito alla nomina di segretaria generale della Cdu.

Sarà la nuova cancelliera?

La cancelliera è stata messa sotto pressione all'interno della Cdu perché portasse volti nuovi in posizioni di alto livello e iniziasse a pianificare la propria successione. Promuovendo Kramp-Karrenbauer, Angela raccoglie entrambe le richieste e mette un suo alleato in un ruolo chiave.

Ai giornalisti che hanno accennato alla successione in cancelleria, chiedendo se la fidata Annegret possa puntarci, Merkel ha risposto: "Questo è il vostro privilegio, siete sempre tre giri avanti. Io ho troppe cose fra le mani di cui occuparmi, per venire a capo della giornata".

Vent'anni fa, proprio l'incarico di segretaria generale della Cdu fu il trampolino di lancio di Angela Merkel.


Per saperne di più:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Lavoro, in Germania una settimana corta per favorire gli affetti

Accordo fra il sindacato Ig Metall e industriali in Baden-Württemberg: orario di 28 ore per chi vuole dedicare più tempo ai figli o accudire un anziano

Il ruolo di Francia e Germania nell'Europa del futuro

L'Economist elogia Emmanuel Macron. Ma nulla cambierà: la Germania resterà leader e la Francia di Macron mostrerà di essere poco più di un bluff

Ora in Germania è necessaria la Cultura della Memoria

Ha permesso alla Germania ovest di rifondarsi dopo il nazismo. Ma è spesso stata negata nell'est. Oggi serve per non perdere la percezione del passato

Commenti