Risparmi: in arrivo una patrimoniale su scala globale
Scudieri Imagoeconomica / Imagoeconomica
Risparmi: in arrivo una patrimoniale su scala globale
Economia

Risparmi: in arrivo una patrimoniale su scala globale

A lanciare l'allarme è il Wall Street Journal. La manovra una tantum suggerita dall'Fmi per abbattere il debito dell'Eurozona piace anche ai guru della finanza USA

I governi dei paesi più indebitati starebbero pianificando una tassa patrimoniale una tantum sui beni capitali.

A lanciare l’allarme è un gestore di fondi ed editorialista del Wall Street Journal, Romain Hatchuel, che ricorda come la proposta di tassare al 10% tutti i risparmi dell’economia dell’Eurozona (Italia compresa) sia stata fatta dal Fondo Monetario Internazionale  lo scorso ottobre, scatenando l’indignazione delle opinioni pubbliche nel Vecchio Continente.

Ma non dei governi, da cui non sono arrivate prese di posizioni ufficiali. Anzi l’Fmi, secondo il quotidiano statunitense, avrebbe colto nel segno mettendo nero su bianco alcune misure a cui stanno pensando molti capi di governo e ministri dell’Economia alle prese con enormi debiti pubblici.

Non solo. La patrimoniale su scala globale, secondo il quotidiano finanziario, avrebbe già ricevuto la benedizione persino di Wall Street.

Il "re dei bond" Bill Gross, numero uno del più grande fondo obbligazionario al mondo (Pimco), di recente in una newsletter rivolta agli investitori si è espresso in favore di un inasprimento fiscale sul ceto più benestante, come del resto ha già fatto negli scorsi anni il multimilionario Warren Buffett,  secondo cui i più ricchi non possono pagare un'aliquota più bassa di quella applicata ai ceti più poveri (la cosiddetta "Buffett rule").

Senza contare che uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale del neo - sindaco di New York, Bill De Blasio, è stato proprio l’aumento delle tasse sui grandi patrimoni.

Leggi l'articolo integrale: The Coming Global Wealth Tax

Ti potrebbe piacere anche

I più letti