ANSA /Ufficio Stampa Fiat
Economia

Fca con Amazon: ecco come si venderanno le auto online

Basterà accedere al Fiat Store del noto sito di e-commerce e prenotare un modello tra quelli disponibili

Per il mondo dell’automotive è una vera e propria rivoluzione: d’ora in poi alcuni modelli di Fca saranno disponibili anche per l’acquisto online, grazie a un accordo raggiunto con il colosso mondiale dell’e-commerce Amazon. Una modalità d’acquisto che non solo porta con sé tutti i vantaggi dell’online, che permette cioè di scegliere e valutare tutti i particolari comodamente da casa propria senza doversi recare da un concessionario, ma anche benefici di carattere economico: i prezzi praticati infatti godranno di sconti fino al 33% superiori a quelli praticati nelle normali promozioni.

Addio Fiat, dalla fusione con Chrysler nasce FCA


Al momento, come è stato chiarito dal management di Fca saranno disponibili per l’acquisto soltanto i modelli Panda, 500 e 500L in tutte le loro varie versioni e con gli accessori che il consumatore deciderà di ordinare. A questo proposito la procedura pratica da seguire per accedere al servizio acquisti è molto semplice: servirà ovviamente un computer o un qualsiasi altro device mobile, si dovrà poi accedere al sito Amazon e da qui al Fiat Store. Un “kit di benvenuto”, al prezzo di 180 euro, assicurerà l'accesso ai vantaggi della promozione. Una volta effettuata la scelta dell’autovettura da acquistare sarà lo stesso servizio clienti di Amazon a contattare il cliente per individuare il concessionario Fiat presso cui finalizzare l'acquisto e concordare i termini della consegna.

Marchionne, perché il piano FCA può funzionare


La spinta decisiva che ha consigliato Fca a utilizzare il web come canale ufficiale di vendita, è arrivata da alcune ricerche di mercato interne che avrebbero rilevato come ben il 50% dei clienti Fiat sarebbe pronto ad acquistare la propria auto online. A questo proposito, con riferimento al fenomeno più generale degli acquisti sulla Rete e all’e-commerce, si calcola che in cinque anni i potenziali acquirenti italiani passeranno dagli attuali 19,2 milioni a 26,6 milioni. Numeri ancora lontani rispetto a quelli di Francia (48,3 milioni previsti entro il 2021), Gran Bretagna (54,4 milioni) e Germania (64,4 milioni), ma comunque sufficienti per dare il via alla sperimentazione.

Così Fca a Melfi crea 1.500 nuovi posti di lavoro


Una sperimentazione appunto, che è bene ricordarlo non ha per il momento una scadenza, ma che di certo, secondo quanto dichiarato dai vertici di Fca, non sarà per sempre. E la vivacità commerciale dimostrata dal gruppo italo-americano guidato da Sergio Marchionne, fa il paio, e non potrebbe essere altrimenti, con quella produttiva. In questo senso buone notizie arrivano proprio dall’Italia. In vista infatti dell’avvio della produzione in casa Alfa Romeo della Nuova Giulia e del nuovo Suv Stelvio, lo stesso Sergio Marchionne ha annunciato che presso lo stabilimento di Cassino entro il 2018 ci saranno 1.800 nuove assunzioni. Un bel segnale per un settore come quello dell’auto che sembra aver ricominciato dunque a correre.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti