Conti deposito, come ottenere più del 2% (lordo)
Carlo Carino/imagoeconomica
Conti deposito, come ottenere più del 2% (lordo)
Economia

Conti deposito, come ottenere più del 2% (lordo)

Il calo dei tassi d'interesse e l'aumento delle imposte ha fatto scendere i rendimenti dei depositi bancari. Ecco i prodotti più redditizi

Poco più del 2% lordo, che corrisponde a meno dell'1,5% netto. E' il rendimento massimo offerto oggi dai conti di deposito bancari, in cui milioni di risparmiatori italiani tengono “parcheggiata” la propria liquidità. Il calo dei tassi di interesse in Europa ha reso questi prodotti molto meno generosi rispetto agli anni scorsi, quando rendevano più del 3-4% lordo ogni 12mesi. Ecco, di seguito, una panoramica su cosa offre il mercato e una guida su come trovare quei pochi depositi che, nonostante i ripetuti tagli al costo del denaro, fruttano ancora circa due punti percentuali all'anno, cioè molto più dei titoli dei titoli di stato come i Bot.


Il peso delle tasse

Prima di aprire un deposito, bisogna però pesare bene sul piatto della bilancia l'ammontare delle tasse dovute, che rosicchiano i rendimenti lordi. Dal luglio scorso, infatti, il governo Renzi ha aumentato di 6 punti, dal 20 al 26%, il prelievo fiscale sugli interessi dei conti bancari. Inoltre, non va dimenticata l'imposta di bollo, la mini-patrimoniale pari allo 0,2% delle somme in giacenza. Una volta sottratti tutti questi balzelli, il guadagno ottenuto dai risparmiatori, al netto delle tasse, si riduce di circa un terzo rispetto al rendimento lordo.

Leggi qui: Bot e conti, dove conviene


Soldi vincolati

Un'altra avvertenza da tenere a mente, prima di aprire un conto di deposito, riguarda l'orizzonte temporale dell'investimento. Per ottenere una quantità di interessi superiori al 2% lordo, infatti, i risparmiatori devono per forza aprire un conto vincolato, cioè devono essere disposti a tenere ferme le giacenze per almeno 12 o 24 mesi. Chi vuole disporre dei soldi in qualsiasi momento o intende a depositarli per un periodo più breve (tra 3 e 6 mesi) deve accontentarsi infatti di rendimenti ben più magri, inferiori all'1-1,5% su base annua.


Il confronto online

Un buon punto di partenza per trovare i prodotti più redditizi sul mercato, è l'utilizzo dei preventivatori online come Facile.it, Segugio.it e Sostariffe.it. Si tratta di portali web che mettono a confronto i rendimenti e le voci di spesa dei più diffusi conti bancari. In ognuno di questi siti, gli utenti possono specificare somma di denaro che si intendono depositare e il periodo di tempo entro il quale sono disposti a tenere i soldi in giacenza. Una volta acquisite queste informazioni, i preventivatori online selezionano i conti di deposito più fruttuosi sul mercato.


Chi offre di più

Tra i conti vincolati a 12 mesi, i preventivatori su internet segnalano come prodotto più redditizio il Deposito Sicuro di Banca delle Marche che offre un interesse del 2,6% lordo (1.72% al netto di tutte le tasse, compresa l'imposta di bollo). Segue il conto offerto da Widiba, la nuova banca online del gruppo Monte dei Paschi, che garantisce un rendimento del 2,1% lordo (corrispondente all'1,35% netto, tenendo conto anche dell'imposta di bollo). In terza e quarta posizione si piazzano un prodotto offerto da Bancadinamica (gruppo Cassa di Risparmio di San Miniato) con un interesse del 2% lordo annuo (1,28% netto) e InMediolanum di Banca Mediolanum (tasso lordo dell'1,7% e tasso netto dell'1,06%, sempre tenendo conto dell'imposta di bollo).

Leggi qui: Buoni postali, 8 cose da sapere

Ti potrebbe piacere anche

I più letti