Ong e immigrati: Palermo indaga per associazione per delinquere

Sul numero di Panorama in edicola dal 18 maggio le nuove ipotesi di reato e la richiesta della Procura di avocare a sé tutte le indagini

Migranti sbarcati a Palermo

Lo sbarco nel porto di Palermo di 592 migranti giunti a bordo della nave Bourbon Argon di Medici senza frontiere, 10 giugno 2016. – Credits: Ansa / US MSF

Redazione

-

Sull’operato delle Organizzazioni non governative nei salvataggi di migranti al largo delle coste libiche la procura di Palermo indaga per associazione per delinquere. Lo scrive il settimanale Panorama in edicola da giovedì 18 maggio. E siccome l’ipotesi di reato è più grave di quella su cui lavora la procura di Trapani nei confronti di alcuni volontari di Medici senza frontiere (favoreggiamento dell’immigrazione clandestina), i magistrati palermitani vogliono avocare a sé tutte le indagini. Un conflitto di competenze sull’inchiesta tra le procure siciliane, dunque, che si tenterà di ricomporre in una riunione con il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Franco Roberti, il prossimo 25 maggio.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965