Mauro Querci

-

Cinque metri e 85 centimetri. È la massima quota di piena raggiunta dopo le piogge del 26 novembre dal Po al ponte della Becca, dove il fiume si congiunge col Ticino. Il ponte che permette il passaggio del traffico tra la pianura e l’Oltrepò con le sue colline è stato chiuso per ragioni di sicurezza. La struttura che risale al 1912 e su cui transitano circa 20mila veicoli al giorno presenta infatti fragilità, soprattutto nei piloni.

- TUTTI I VIDEO SUL MALTEMPO DI FINE NOVEMBRE 2016

La piena nel Pavese è passata e anche il livello del Ticino, l’altro fiume “osservato speciale”, sta scendendo. Sabato 26 novembre, nel quartiere di Pavia del Borgo Basso, la quota massima registrata è stata di circa 3,5 metri, con l’acqua che è uscita dall’alveo coprendo in parte la strada e lambendo i muri delle case di via Milazzo. A causa della piena del Po, il fiume non poteva infatti defluire.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Maltempo, le opere di prevenzione sui fiumi possono essere dannose

Secondo il Presidente dell'Ordine dei Geologi liguri non è possibile mettere in sicurezza i corsi d'acqua. Anzi, si richia di peggiorare la situazione

Maltempo in Piemonte, Liguria e Sicilia: il live blogging - FOTO, VIDEO

Crolli, devastazioni, Po e Tanaro oltre il livello di sicurezza. Danni stimati in oltre un miliardo

Maltempo in Piemonte: le zone alluvionate | video dall'elicottero

Maltempo: la piena del Po e del Ticino nel pavese

Commenti