Camorra: 24 arresti per affiliati al clan Lo Russo

In manette diversi rappresentanti del business criminale gestito dai mafiosi a partire dal controllo del prezzo del pane

Guardia_Finanza

– Credits: Imagoeconomica

Francescapaola Iannaccone

-

In manette sono finite 24 persone affiliate al clan camorristico Lo Russo.
Una task-force messa in piedi dai carabinieri, dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia di Stato, che si è mobilitata per eseguire un’ordinanza di custodia cautelare che ha portato agli arresti di 24 persone, ritenute affiliate al clan camorristico Lo Russo.

Le indagini, coordinate dalla DDA di Napoli, grazie all’aiuto di intercettazioni ambientali e telefoniche hanno potuto far luce sulle ultime dinamiche criminali che hanno colpito le zone di Miano e Don Guanella.

Le accuse vanno dall’associazione di stampo mafioso, estorsione, traffico di droga fino al tentato omicidio ed omicidio colposo.
Il meticoloso lavoro investigativo è riuscito a scoprire anche le attività illecite che il clan Lo Russo gestiva.
Il gruppo camorristico deteneva il controllo della distribuzione del pane, imponendo il prezzo di vendita sia nei supermercati che nei negozi.
Il clan, sottolinea il procuratore Giovanni Colangelo, “imponeva il prezzo dal suo cartello anche a coloro che potevano spuntare condizioni più convenienti dalla concorrenza ed invece era costretta a comprare il pane da loro”.
Oltre al monopolio del pane, la cosca aveva anche la gestione capillare dello spaccio di stupefacenti nell’area Nord di Napoli.

© Riproduzione Riservata

Commenti