Lettera aperta ai bambini dell'asilo di Corigliano

L'Associazione Cittadini Calabri Onesti ha scritto una lettera ai genitori "perché non siete soli"

Il pullman deserto dell'asilo vuoto di Corigliano

La settimana scorsa Panorama ha pubblicato un lungo articolo su un asilo realizzato a Corigliano, in Calabria, all'interno di un immobile confiscato alla criminalità organizzata. Ma dall'inizio dell'anno scolastico, le mamme si rifiutano di mandare i bambini in quella struttura, dove ogni mattina le maestre e la bidella rimangono in silenzio ad aspettare la fine della giornata. L'articolo ha suscitato grande clamore in Calabria, dove diverse associazioni e semplici cittadini ci hanno tenuto a far sentire la loro vicinanza all'operato del commissario straordinario prefettizio del comune sciolto per mafia: la dottoressa Rosalba Scialla. Da ultimo è arrivata la lettera aperta a firma dei «cittadini onesti calabresi», che qui di seguito pubblichiamo.

Lettera Aperta Alle mamme dei bambini della Scuola Materna di Corigliano Calabro

Care mamme,

conosciamo la vostra storia, la stampa negli ultimi tempi ne ha parlato tanto, in particolare "Panorama", ed è diventata subito una notizia.

Al di là dei commenti giusti o sbagliati che siano, noi cittadini onesti della Calabria vogliamo invitarvi a riflettere, ad aiutare questa terra a crescere, a voler bene nel modo giusto ai vostri figli, rendendoli liberi e sicuri in un futuro migliore.

Non sottostate alle regole di una cultura vecchia e chiusa, aprite il vostro cuore ed unievi a noi per riscattare questa terra meravigliosa dalla fama di terra mafiosa.

Col vostro esempio potrete contare sulla nostra solidarietà, vincete la paura, aiutate la legge a fare il suo corso, onorate la Calabria onesta, il vostro ripensamento potrà essere d'aiuto a tutti noi, ma soprattutto a tutti i nostri figli, educandoli ai sani lavori della nostra società.

Lasciate andare i vostri bambini nella scuola di Fabrizio, dalle loro maestre che tutte le mattine sono lì ad attenderli, accendete una speranza nei nostri cuori per renderci tutti liberi e uniti in questa lotta senza tempo per una Calabria migliore e degna di rispetto.

Grazie

21 gennaio 2013 - Cittadini Calabri Onesti

© Riproduzione Riservata

Commenti